Mazzarri torna a parlare: “Non meritavo l’esonero, su di me troppi preconcetti. I dati oggettivi sono inconfutabili”

mazzarri inter

Walter Mazzarri torna a parlare e lo fa ai microfoni del quotidiano giapponese World Soccer Digest. Queste le prime dichiarazioni dell’ex allenatore dell’Inter dopo l’esonero da parte dei nerazzurri: “A mio avviso non c’erano i presupposti per un esonero sportivo – ha esordito -. Per quanto riguarda la situazione ambientale, invece, mi sono fatto una mia idea. Ma tutti fanno finta di non sapere. Non dico altro, ci sarà tempo e modo di parlarne in futuro.
Gli addetti ai lavori hanno riconosciuto come nelle mie squadre, Inter compresa, ci fosse sempre un’organizzazione di gioco precisa e propositiva. Del resto, la Juve di Conte con la difesa a 3 ha vinto due scudetti consecutivi e cambiò modulo proprio per adeguarsi al nostro tipo di gioco, altro che provinciali. I dati oggettivi sono inconfutabili. Ma per alcuni detrattori di professione anche la matematica diventa un’opinione e non c’è peggior cieco di chi non vuol vedere. So come funziona: i preconcetti sulla persona sono in grado di distorcere la realtà”.

tmw

Questo articolo è stato letto 394 volte