Roma, è pareggite: Juve a +9. Il Milan torna a vincere

Jankovic riprende la Roma, lo stacco di testa che regala un punto importante al Verona

Ancora un 1-1 per i giallorossi di Garcia bloccati a Verona: è il sesto pareggio nelle ultime sette partite. I rossoneri di Inzaghi battono 2-0 il Cesena e salgono a 33 punti in classifica. La Lazio piega il Palermo 2-1. L’Empoli ne fa 3 al Chievo

Guarda la cronaca delle partite

Niente da fare, la Roma non sa più vincere. Dopo il pareggio casalingo contro il Parma e quello in Europa League con il Feyenoord, i giallorossi di Rudi Garcia non vanno oltre un 1-1 anche a Verona. Il risultato permette ai bianconeri di Allegri di tornare a +9 sull’immediata inseguitrice. La 24.a giornata è anche quella del ritorno alla vittoria del Milan di Pippo Inzaghi (2-0 al Cesena), della Lazio sul Palermo (i biancocelesti salgono a 40 punti in classifica). Vittoria importantissima anche per l’Empoli di Maurizio Sarri (3-0 al Chievo grazie ad una doppietta di Maccarone e al gol del vantaggio di Rugani). A Parma, invece, non si è giocato per i noti problemi finanziari che hanno coinvolto la squadra allenata da Donadoni. Davanti al Tardini sit-in dei tifosi.

Roma, ancora un 1-1 – Si erano messe bene le cose per la squadra di Garcia con un gran gol di Francesco Totti al 26’ del primo tempo. Il capitano, al ritorno dal primo minuto, porta in vantaggio i suoi con un gran tiro dalla distanza. La gioia per i giallorossi dura poco: al 38’ il Verona pareggia. Halfredsson batte un corner, ma lo stacco di Jankovic è perfetto: 1-1. La Roma prova a reagire con una punizione battuta da Ljiajic al 46’, il pallone si stampa però sulla traversa. Il Verona riparte bene e quando può, punge in contropiede. Al 51’ Torosidis salva due volte i suoi su tiro di Ionita e Halfredsson. Al 66’ Garcia tira fuori Totti e inserisce Doumbia: il capitano esce lamentandosi al momento della sostituzione. Nel finale il cambio del modulo (4-2-3-1 con Verde al posto di Pjianic), però, non serve a Rudy Garcia: per i suoi è il sesto pareggio nelle ultime sette partite. E domenica prossima c’è la Juventus.

Il Milan piega il Cesena – Torna a vincere anche il Milan di Inzaghi (era uscita vittoriosa solo in una delle ultime sette partite precedenti). Il gol del vantaggio è di Bonaventura al 22’ grazie ad un gran destro dal limite dell’area su assist di Menez. Il Cesena, però, quando può ci prova e al 48’, poco prima della pausa, De Feudis chiama agli straordinari Abbiati. All’89’ l’arbitro concede un rigore ai rossoneri per fallo di Carbonero su Antonelli e Pazzini, dal dischetto, fissa il risultato sul 2-0. Il Milan risale a 33 punti in classifica, e alla prossima sfideranno fuori casa il Chievo Verona.

La Lazio batte il Palermo – In attesa del risultato del Napoli (che ospita il Sassuolo in uno dei due posticipi del lunedì), la Lazio di Pioli arriva a -2 dal terzo posto che vuol dire qualificazione in Champions League grazie al 2-1 sul Palermo. Vantaggio dei rosanero al 26’ con un gran gol di Dybala. Al 33’, però, Mauri pareggia. Al 78’ il 2-1 di Candreva, dribbling al lato corto dell’area di rigore e gran tiro che non lascia scampo a Sorrentino. Nell’esultare, però, il trequartista biancoceleste urta contro la rete che lo divide dai suoi tifosi, e si fa male. Il risultato, però, non cambia più.

Big Mac trascina l’Empoli –
Proprio la squadra di Maran perde in un match senza appello al Castellani di Empoli 3-0. La squadra di Maurizio Sarri ferma la miniserie positiva degli avversari (due vittorie consecutive) e ottiene tre punti importantissimi in chiave salvezza. Il vantaggio arriva al 23’. Schema da calcio d’angolo, Valdifiori crossa dalla destra e Rugani, con il solito stacco imperioso, anticipa Gamberini e insacca. Al rientro dagli spogliatoi (46’), Maccarone segna il raddoppio. La tripletta, sempre di Big Mac, arriva al 67’ con un gran destro rasoterra a incrociare: palo-rete.

Fonte: SkySport

Commenti

Questo articolo è stato letto 184 volte