Napoli, Benitez: “Voglio risposte da chi gioca meno”

NAPOLI – L’occasione è ghiotta. Il Napoli ha praticamente in pugno la qualificazione agli ottavi di Coppa Italia dopo il 4-0 rifilato al Trabzonspor, ma Rafa Benitez si aspetta comunque una prestazione positiva dalla sua squadra. E’ un’altra prova di maturità. “Dobbiamo essere concentrati e avere l’approccio giusto al match.  Sicuramente abbiamo un grande vantaggio, ma voglio vincere anche la gara di ritorno”. La squadra sarà rivoluzionata. “Mi aspetto una prestazione importante da chi magari ha avuto poco spazio e adesso ha la possibilità di fare bene”. Inutile, però, chiedergli qualcosa sulla formazione. Benitez resta abbottonato. Una sola concessione (“Cambierò molto”), poi il solito copione. Resta aperto anche il ballottaggio (dialettico) relativo al portiere. Potrebbe toccare a Rafael, escluso in campionato con il Sassuolo. “Ho preferito Andujar perché stava giocando bene e meritava continuità. I criteri della scelta? Devo gestire 25 giocatori, l’ambiente e naturalmente la squadra. L’aspetto principale comunque è la vittoria”. L’argentino, dunque, è diventato titolare in campionato, quindi Rafael è il maggiore indiziato per domani: sarebbe un rientro morbido considerando che il passaggio del turno è in cassaforte. “Ma non penseremo già al Torino – continua Benitez – chiaramente se la gara va in un certo modo, gestiremo le forze. Il secondo posto? Abbiamo mandato un segnale importante alla Roma. Comunque sono concentrato sul nostro rendimento piuttosto che sulle altre”.

La possibilità di far rifiatare tutti i big è davvero ghiotta. Ci sarà spazio per Mesto, Henrique, Britos, Inler, Jorginho, De Guzman e Mertens. Il belga dovrà riscattare l’espulsione con il Sassuolo. “Mi dispiace – ha spiegato – ho giocato sei minuti e ho dato il massimo, poi purtroppo ho rimediato il cartellino rosso”. La chance non va sprecata. “Spero di essere protagonista e magari segnare”. La sua stagione finora è altalenante. “Ma io sono soddisfatto e in pace con me stesso. Ho dato il massimo e continuerò così. Sicuramente mi piacerebbe giocare tutte le partite, ma sono a disposizione dell’allenatore. Conta soltanto la vittoria del gruppo. Voglio restare qui, ho un contratto lungo. L’obiettivo è conquistare qualcosa d’importante con il Napoli. Il secondo posto? Sicuramente ci crediamo anche se dobbiamo affrontare un avversario alla volta. Ora siamo concentrati sul Trabzonspor in Europa League”.  

serie A

ssc napoli
Protagonisti:

Fonte: Repubblica

Commenti

Questo articolo è stato letto 209 volte