Fontana: “Napoli, urgono ritocchi”

GAETANO FONTANAGAETANO FONTANA, ex centrocampista del Napoli, allenatore, è intervenuto a “NAPOLI MAGAZINE“, su Radio Punto Zero, trasmissione radiofonica dedicata al Calcio Napoli, che approfondisce i temi proposti sul web da NapoliMagazine.Com, in onda dal lunedì al venerdì, dalle 14.30 alle 16.00, condotta da Michele Sibilla e Antonio Petrazzuolo. Ecco quanto ha affermato: “Purtroppo Verona è stata una figuraccia perché l’approccio non è stato dei migliori e nel momento in cui, concedi all’avversaria, che come il Verona è a caccia di punti ed una delle rivali più accese, è normale che possa accadere quanto accaduto al Bentegodi. La scorsa settimana dissi che Napoli e Roma stavano facendo di tutto per farsi raggiungere e superare dalle concorrenti, come purtroppo accaduto. In questo momento chi arriva da dietro ha morale ed adrenalina per tentare cose che, casomai, fino a poco fa non si tentavano. Se Roma e Napoli non riprendono il loro ritmo la situazione diventa davvero complicata. Il Napoli ha grandi valori ma tocca ripetermi, se non c’è anche la componente mentale difficilmente si riescono a raggiungere traguardi ambiziosi, è questo il salto di qualità che auspichiamo per la squadra azzurra. In questo tipo di struttura tecnica, con Benitez allenatore, ci vogliono ritocchi sia in difesa che a centrocampo, in pratica, giocatori che abbiano grande tecnica e grande temperamento. La partita con la Dinamo Mosca serve soprattutto alla testa, ovviamente, antenne dritte e guai a distrarsi, perché la qualificazione ai quarti di Europa League sarebbe il miglior modo per rialzarsi perché io credo che gli azzurri siano ancora in gioco anche per il secondo posto in campionato. La formazione che dovrebbe scendere in campo, anticipata dai media, mi sembra la migliore che Benitez potesse fare in questo momento”.

Commenti
avatar

Tilde Schiavone

Sono una persona che riesce a star bene con se stessa solo se intorno a lei c' è armonia, questo è il motivo per cui cerco di risolvere i conflitti esistenti tra le persone che mi circondano;non amo i gioielli, specialmente quelli costosi, preferisco gli accessori di poco valore; non amo ricevere in regalo i fiori recisi: preferisco ammirarli nei giardini dove compiono il loro naturale ciclo vitale e non nei vasi dove hanno vita breve..Amo il blues,il canto del dolore, e il mio sogno è raggiungere un giorno quei luoghi che lo hanno visto nascere; Amo gli indiani d' america, la loro spiritualità e la loro cultura. non vivrei senza i dolci e la pizza. Sono campanilista, napolista, meridionalista ...maradonista. Adoro gli animali, ritengo che non siano loro le bestie e sono vegetariana. Non mi piace parlare, quel che sento preferisco scriverlo, so esprimermi meglio con una penna in mano anziché dinanzi a un microfono, amo inoltre il folclore della mia terra e cerco, attraverso l' Associazione Culturale Fonte Nova d cui sono Presidente, di preservarlo e diffonderlo ... e duclis in fundo AMO LA MIA NAPOLI, senza se e senza ma, ringrazio Dio perchè ha fatto sì che nelle mie vene scorresse il sangue del Sud!