Napoli, Benitez: “Seminiamo adesso per raccogliere a maggio”

NAPOLI – Ripartire in campionato. E’ l’imperativo del Napoli che deve dare un segnale forte alle concorrenti per la lotta Champions. L’obiettivo è cambiare passo dopo un punto raccolto nelle ultime tre partite. Per questo motivo Rafa Benitez ha chiesto al suo gruppo una prestazione importante contro l’Atalanta anche per riscattare il pareggio dell’andata, caratterizzato da tanti errori. “Fu una partita incredibile. Sbagliammo molto, compreso un rigore nel finale con Higuain. Riscattiamo quella gara con una prova autorevole”. Il livello della concentrazione, dunque, è molto alto. Il tecnico spagnolo è molto determinato. “Mi farà piacere salutare Reja. Parleremo sicuramente al termine della partita. Ovviamente, dopo l’incrocio con il Napoli, gli auguro di vincerle tutte”. Ma domani niente sconti. Servirà l’approccio giusto per mettere alle corde un avversario che ha bisogno di risultati in chiave salvezza. Gli azzurri non possono permettersi altri passi falsi perché dopo la sosta il livello si alzerà terribilmente. Si avvicina il momento più importante della stagione. “Speriamo di seminare bene ad aprile  –  spiega Benitez a radio Kiss Kiss  –  per raccogliere a maggio. Noi ci crediamo”. Il Napoli è in lotta su tutti i fronti: può arrivare secondo, ma non dimentica neanche la semifinale di ritorno di Coppa Italia contro la Lazio e i quarti di Europa League contro il Wolfsburg. “Affronteremo una squadra offensiva, ma quelle tedesche sono così. Attaccano sempre. Il Wolfsburg ha giocatori di livello come de Bruyne, Schurrle e Perisic che era un nostro obiettivo di mercato. Ha dimostrato la sua forza contro l’Inter, ma non dimentichiamo che è seconda in Bundesliga e ha battuto in casa la capolista Bayern Monaco. Erano tra gli avversari possibili che potessero capitarci”.

L’EMERGENZA CON L’ATALANTA – Rafa Benitez non potrà contare sugli squalificati Albiol e Ghoulam e sugli infortunati Gargano e Strinic. E’ rientrato, invece, Koulibaly, che giocherà in coppia con Henrique. La coperta nel reparto arretrato è corta considerando che è stato convocato il brasiliano Uvini, fin qui ai margini del progetto. “Non mi lamento mai delle assenze. Quando devi inserire giocatori reduci da infortuni, non è mai facile. Comunque ho parlato con loro e non ci saranno problemi”. In panchina ci saranno pure Zuniga e Insigne che saranno due acquisti per il finale di stagione. Michu, invece, non c’è ancora. “Sta facendo la riabilitazione in Spagna e rientrerà dopo la sosta”.

PAPA FRANCESCO A NAPOLI – Rafa Benitez ha commentato anche la visita del Pontefice in città: “Avere il Santo Padre qui è un’emozione forte. Ha dimostrato la sua sensibilità andando a Scampia e si è mostrato vicino ai poveri”. Il presidente Aurelio De Laurentiis ha partecipato alla messa celebrata da Papa Francesco a Piazza del Plebiscito.

serie A

ssc napoli
Protagonisti:
rafael benitez
Fonte: Repubblica

Commenti