Caiazza: “In questo momento Roma – Napoli rappresenta ‘La Partita’! “

caiazzaSALVATORE CAIAZZA, giornalista, responsabile dei servizi sportivi del Roma, è intervenuto a “NAPOLI MAGAZINE”, su Radio Punto Zero, trasmissione radiofonica dedicata al Calcio Napoli, che approfondisce i temi proposti sul web da NapoliMagazine.Com, in onda dal lunedì al venerdì, dalle 14.30 alle 16.00, condotta da Michele Sibilla e Antonio Petrazzuolo. Ecco quanto ha affermato: “Credo che Roma-Napoli sia, in questo momento, ”la partita”. È come una finale di Champions perché c’è in gioco il finale di stagione, se perdi addìo sogni di gloria, se fai risultato si riparte. È la partita della memoria, per Ciro Esposito e dico anche per Pasquale D’Angelo, perché il primo è stato ucciso da un signore che non può definirsi tifoso come lo è stato invece, alla grande, Pasquale. Tra Garcia e Benitez è una bella lotta perché entrambi sono sulla graticola, l’allenatore spagnolo, finora, è messo meglio come statistica, avendo vinto gli scontri che contano. Se il Napoli dovesse cambiare tecnico ci vorrà un sostituto all’altezza, che sappia gestire le tre competizioni. La Roma continua a perdere pezzi e se non dovesse farcela Gervinho sarebbe davvero un brutto colpo per i giallorossi. Il Napoli deve rigiocare come sa, come ha fatto all’andata, quando ha vinto anche sull’onda emotiva dei ricordi. Dopo giorni di passione, in tutti i sensi, la partita della svolta si giocherà il Sabato Santo, sembra un segno del destino. Auguri a tutti, sperando di festeggiare una serena e tranquilla Pasqua, con tre punti in più in classifica, anche se ci accompagnerà un velo di tristezza per la morte di Pasquale D’Angelo“.

Commenti
avatar

Tilde Schiavone

Sono una persona che riesce a star bene con se stessa solo se intorno a lei c' è armonia, questo è il motivo per cui cerco di risolvere i conflitti esistenti tra le persone che mi circondano;non amo i gioielli, specialmente quelli costosi, preferisco gli accessori di poco valore; non amo ricevere in regalo i fiori recisi: preferisco ammirarli nei giardini dove compiono il loro naturale ciclo vitale e non nei vasi dove hanno vita breve..Amo il blues,il canto del dolore, e il mio sogno è raggiungere un giorno quei luoghi che lo hanno visto nascere; Amo gli indiani d' america, la loro spiritualità e la loro cultura. non vivrei senza i dolci e la pizza. Sono campanilista, napolista, meridionalista ...maradonista. Adoro gli animali, ritengo che non siano loro le bestie e sono vegetariana. Non mi piace parlare, quel che sento preferisco scriverlo, so esprimermi meglio con una penna in mano anziché dinanzi a un microfono, amo inoltre il folclore della mia terra e cerco, attraverso l' Associazione Culturale Fonte Nova d cui sono Presidente, di preservarlo e diffonderlo ... e duclis in fundo AMO LA MIA NAPOLI, senza se e senza ma, ringrazio Dio perchè ha fatto sì che nelle mie vene scorresse il sangue del Sud!