La Roma manca il sorpasso alla Lazio: 1-1 con l’Atalanta

La Roma spreca l’occasione sorpasso. Dopo la sconfitta della Lazio allo Juventus Stadium, non va oltre l’1-1 con l’Atalanta (Getty)

Guarda la cronaca delle partite

GUARDA LE PAGELLE

GUARDA LA CLASSIFICA

Era una grandissima occasione ma la Roma non l’ha sfruttata. Dopo la sconfitta della Lazio nell’anticipo del sabato allo Juventus Stadium, con una vittoria sull’Atalanta i giallorossi si sarebbero presi il secondo posto: sorpassando la Lazio. L’1-1 finale significa, però, aggancio a 58 punti in classifica. Secondo successo di fila per il Palermo sul Genoa 2-1, condito da una prestazione super di Paulo Dybala, sotto gli occhi del Tata Martino, ct dell’Argentina. Pareggiano Chievo e Udinese, con la squadra di Stramaccioni che riesce a rompere, finalmente, la striscia negativa di cinque partite senza successi. Continua a sorprendere il Parma, capace di andare a prendere un punto importante ad Empoli (2-2 il risultato).

Roma-Atalanta 1-1 –
Alla vigilia, Rudi Garcia aveva detto: “Siamo obbligati a vincere”. All’Olimpico, invece, arriva il 13° pareggio del campionato. Il successo dell’ultima giornata sul Napoli aveva interrotto una serie negativa casalinga di sette partite senza successi (di cui sei pareggi). Eppure i giallorossi erano partiti forte. Al 3’ Stendardo interviene con un braccio in scivolata su Ljajic, per Gervasoni è calcio di rigore: Totti, dal dischetto, non sbaglia. I giallorossi, però, non riescono a dare continuità ai propri attacchi: al 22’ contatto Astori-Emanuelsson, per l’arbitro è ancora rigore. Denis, dagli 11 metri, pareggia i conti. E’ qui che ci si aspetterebbe una reazione veemente della Roma, ma la manovra appare troppo lenta. L’occasionissima capita tra i piedi di Torosidis al 79’, Migliaccio l’anticipa sul più bello.

Palermo-Genoa 2-1 – Sotto gli occhi del Tata Martino, il Palermo batte 2-1 il Genoa negando ai ragazzi di Gasperini tre punti importantissimi per credere ancora nella conquista di un posto per l’Europa. Il primo tempo si chiude con una doppietta del bulgaro Chochev (tre gol nelle ultime due gare). Dybala, l’osservato speciale del ct dell’Albiceleste gioca una gara super, anche se non segna. Nella ripresa il Genoa, però, accorcia le distanze con Iago Falque, arrivato al 9° gol stagionale al 52’. Poi il risultato non cambia più: il Genoa ci prova, ma i rosanero potrebbero addirittura segnare il tris in diverse occasioni.

Empoli-Parma 2-2 – Stupisce ancora il Parma di Donadoni che torna dal Castellani con un punto. Gli ospiti vanno in vantaggio al 19’ con Lodi, ma subiscono la rimonta dei padroni di casa, meglio messi in campo. Al 32’ Cassani buca l’intervento difensivo su Saponara, cross in mezzo e Maccarone pareggia. Big Mac bagna al meglio la sua 200.a partita in Serie A. Il pareggio arriva sul finire del tempo: Tonelli svetta più alto di tutti su un corner battuto da Valdifiori. Nella ripresa Mirante salva la sua porta più volte, fino al gol del 2-2 di Belfodil che arriva al 72’.

Chievo-Udinese 1-1 – A Verona, l’Udinese di Stramaccioni rompe la striscia di cinque partite senza vittorie con un pareggio. Primo tempo brutto, ci vuole un gol del solito Pellissier al 39’ per ravvivarlo. Azione sulla destra di Meggiorini, palla in mezzo e gol di rapina dell’attaccante di casa che mette alle spalle di Karnezis. L’Udinese si scuote e al 61’ Di Natale, appena entrato, coglie il palo. Il gol del pareggio arriva solo al 72’: autogol di Cesar che anticipa tutti su cross di Thereau proveniente dalla sinistra.

Fonte: SkySport

Commenti

Questo articolo è stato letto 202 volte