L’addio di Zeman: “La squadra non esprime più il mio gioco”

L’ormai ex allenatore del Cagliari in conferenza stampa chiarisce le sue irrevocabili dimissioni: “E’ meglio dare la possibilità ai ragazzi di affermarsi in un altro modo, ormai non mi seguono più”. Cosa è mancato più tutto? “La mentalità”
Dopo le parole del presidente Giulini a Cagliari è il turno del protagonista della giornata: “La squadra non riesce ad esprimere il gioco che voglio, la colpa è anche mia. Penso che sia meglio dare la possibilità alla squadra di affermarsi in altro modo”, spiega Zdenek Zeman in conferenza stampa dopo l’annuncio delle proprie dimissioni, “Abbiamo cominciato il campionato con buone prestazioni e tanta sfortuna, come dimostrato contro Empoli e Inter”, aggiunge il boemo, “E resto convinto che questa sia una buona squadra, in grado di salvarsi. Ma è mancata la mentalità”. Zeman prima di fare il punto sulle proprie dimissioni si è recato in Questura, dove è stato chiamato “per dire la mia su quello che è successo venerdì, che comunque non c’entra con le dimissioni”.

Fonte: SkySport

Commenti