Asta Parma, a chi compra anche il “paracadute retrocesse”

Nonostante il fallimento arriva qualche piccola buona notizia per il Parma (getty)

L’acquirente potrà usufruire di una somma di circa 10 milioni qualora riuscisse a cancellare il debito e ad ottenere l’iscrizione alla B. E’ quanto emerso dopo l’incontro fra il curatore fallimentare Guiotto ed il dg della Lega serie A Brunelli

Il Parma nel prossimo mese di maggio andrà all’asta con un prezzo che potrebbe oscillare fra i 20 ed i 6 milioni di euro ma il compratore potrebbe subito incassare il ‘paracadute retrocesse’, una cifra stimata attorno ai 10 milioni di euro. La conferma è arrivata da un incontro avvenuto in Lega Calcio fra il curatore fallimentare del Parma Fc Alberto Guiotto ed il direttore generale della Lega serie A Marco Brunelli.

L’eventuale compratore, secondo quanto riportato in una nota di commento all’incontro, ha la disponibilità dell’intero ‘paracadute retrocesse’ qualora “faccia fronte al debito sportivo e ottenga l’iscrizione alla Serie B”. All’incontro, che si è tenuto ieri a Milano, era presente anche il coadiutore dei curatori, Demetrio Albertini, e il responsabile degli affari legali della Lega, Ruggero Sincardini. “Durante l’incontro – si legge sempre nella nota – è stato fatto un esame congiunto sia della posizione debitoria del Parma Fc nei confronti della Lega, sia dell’efficacia delle cessioni di crediti effettuate in passato dagli amministratori della società”.

Fonte: SkySport

Commenti