Liguoro: “Vanno sottolineati i meriti di Andujar, che sta dando grande sicurezza”

liguoroMIMMO LIGUORO, giornalista, anchor man storico del TG3, è intervenuto a “NAPOLI MAGAZINE”, su Radio Punto Zero, trasmissione radiofonica dedicata al Calcio Napoli, che approfondisce i temi proposti sul web da NapoliMagazine.Com, in onda dal lunedì al venerdì, dalle 14.30 alle 16.00, condotta da Michele Sibilla e Antonio Petrazzuolo. Ecco quanto ha affermato: “La saggezza dei detti popolari napoletani è infinita, è leggera, ma anche molto seria. Storta và, diritta vene, è il detto che potrebbe calzare a perfezione per il prossimo turno di campionato, perché Benitez ha avuto un momento di stortura in questa stagione che, però, sta tornando diritta nel momento più opportuno. Il detto, inoltre, che calza a pennello anche per l’eventuale cambio di allenatore, anche se credo che nessun tecnico abbia fatto molta strada senza una squadra adeguata. La scommessa si gioca tutta lì. Il Napoli ora deve stringere le fila perché ha l’impresa più difficile da compiere: chiudere la stagione in crescendo. La squadra ci arriva molto bene perché ha recuperato giocatori importanti come Callejon, Hamsik, per non parlare di Insigne che, partita dopo partita, sta raggiungendo standard importanti. Per molto tempo ho parlato male calcisticamente di Britos, ma devo riconoscere che sta dando un contributo notevole alla difesa che, grazie anche all’ottimo Andujar, dà maggiori certezze rispetto alla norma. Il Napoli deve giocare con la concentrazione giusta anche con il Wolfsburg, bisogna giocare come se si partisse dallo 0-0”.

 

Commenti
avatar

Tilde Schiavone

Sono una persona che riesce a star bene con se stessa solo se intorno a lei c' è armonia, questo è il motivo per cui cerco di risolvere i conflitti esistenti tra le persone che mi circondano;non amo i gioielli, specialmente quelli costosi, preferisco gli accessori di poco valore; non amo ricevere in regalo i fiori recisi: preferisco ammirarli nei giardini dove compiono il loro naturale ciclo vitale e non nei vasi dove hanno vita breve..Amo il blues,il canto del dolore, e il mio sogno è raggiungere un giorno quei luoghi che lo hanno visto nascere; Amo gli indiani d' america, la loro spiritualità e la loro cultura. non vivrei senza i dolci e la pizza. Sono campanilista, napolista, meridionalista ...maradonista. Adoro gli animali, ritengo che non siano loro le bestie e sono vegetariana. Non mi piace parlare, quel che sento preferisco scriverlo, so esprimermi meglio con una penna in mano anziché dinanzi a un microfono, amo inoltre il folclore della mia terra e cerco, attraverso l' Associazione Culturale Fonte Nova d cui sono Presidente, di preservarlo e diffonderlo ... e duclis in fundo AMO LA MIA NAPOLI, senza se e senza ma, ringrazio Dio perchè ha fatto sì che nelle mie vene scorresse il sangue del Sud!