Nunzia Marciano: “Napoli avvilente, ma non è finita!”

marcianoNunzia Marciano, giornalista, scrive su “NapoliMagazine.Com”: “Tra un “Maccherone” e un “Sapunaro” passando per un “Brutos” e… Albiol! Gioco di parole con i nomi dell’intossico. Gioco. Quello che fa l’Empoli. E che non fa il Napoli. E va bene che l’Empoli non perde in casa da 5 partite e va bene che lo stadio è maledetto e va bene che il Napoli ad Empoli non tiene ciorte… ma così si esagera! Dall’arricriamento all’intossocamento è un attimo, anzi tre. Anzi quattro. Come i gol dell’Empoli, per capirci. Giusto il doppio di quelli del Napoli. Nella partita dell’altruismo, con autogol a iosa, nulla può la bella rete di Capitan Hamsik o la buona prestazione di un subentrato Insigne. Nulla può neppure un bravo Callejon. Nulla si può per risollevare le sorti di un Napoli disastroso e di una difesa, diciamocelo, imbarazzante. E se il pareggio dell’andata al San Paolo aveva deluso, la goleada avversaria della trasferta avvilisce. Il Napoli non doveva sbagliare nel turno che ha visto vincere entrambe le romane ora a +5 e + 6 dal sogno Champions. Uno scivolone quello azzurro che però non deve far perdere le speranze. Alla fine di questa stagione ne mancano ancora 5 di sfide, tutte alla portata del Napoli, del buon Napoli, però. Del Napoli goleador, del Napoli da poker e doppiette, del Napoli buono e bravo. Perchè il Napoli c’è. Noi ci speriamo. Noi ci crediamo. Noi lo sappiamo. C’è ancora da giocarsela, c’è ancora da vincere. C’è il Campionato e c’è l’Europa. C’è il Milan e c’è il Dnipro. C’è la speranza e c’è la volontà. C’è tutto questo in una rosa che può far meglio della gara contro l’Empoli. Deve far meglio. Può e deve. E non c’entra il ritiro, non c’entra l’allenatore, non c’entra la piazza napoletana che distrae. Si può sbagliare, ma si deve rimediare. Si può essere imbarazzanti ma si deve tornare campioni. Sbagliare in questo momento è umano, perseverare però sarebbe diabolico. E i napoletani amano i santi, come San Gennaro non i demoni come quelli che si porta dietro il Napoli del Castellani”.

Commenti

Questo articolo è stato letto 539 volte