Fiorentina, Montella è chiaro: ”Mi interessa solo vincere”

FIRENZE – “Domani sarà importante soprattutto l’atteggiamento mentale: sarà fondamentale vincere, mi interessa solo questo”. Vincenzo Montella è chiaro. Col Cesena domani al Franchi (fischio d’inizio ore 15) conteranno soltanto il fattore mentale e quello del campo. Tre punti per tornare nelle posizioni che contano, inseguendo l’Europa League per questo ed il prossimo anno. Già, perché sarà vietato fare qualsiasi calcolo contro i bianconeri. Con Verona e Cagliari, sempre al Franchi, sono arrivate due sconfitte. Pesanti. “Adesso abbiamo due obiettivi da perseguire. Ovvero il quinto posto in classifica e l’opportunità di arrivare in finale di Europa League”. Giovedì il Siviglia (“stasera probabilmente lo guarderò, anche se staremo cenando”). Ma la testa è tutta sulla sfida di campionato. Il settimo poto in classifica ha fatto suonare il campanello d’allarme: “La società ci è sempre molto vicina, Andrea Della Valle è particolarmente ottimista e ci siamo sentiti spesso al telefono in questi giorni. C’è massima fiducia nei nostri confronti”. Coesione e fiducia, due parole delle quali il tecnico ha particolarmente bisogno. Così come la sua squadra, impegnata sui due fronti: “Nessun obiettivo ci deve togliere energie nervose rispetto all’altro, dobbiamo cercare di perseguire entrambi”.

“A TORINO HO VISTO UNA SQUADRA COESA” – Nelle ultime gare Montella ha cambiato spesso formazione, applicando una rotazione tra i suoi giocatori. Turnover?: “C’è da capire cosa voglia dire turnover, perché nelle ultime quattro partite hanno giocato tutti ed abbiamo comunque perso”. Conta la prestazione, conterà l’atteggiamento soprattutto: “Con Verona e Cagliari sono state due sconfitte diverse e dobbiamo ripartire dagli errori fatti in quelle gare. Ci sono stati tanti segnali positivi, noi vogliamo lavorare su quelli e non parlare degli aspetti negativi”. A Torino, ad esempio, i viola hanno ritrovato il giusto approccio: “Il 3-2 contro la Juventus mi ha fatto capire che la squadra è ancora coesa ed ha il giusto atteggiamento mentale. Questo mi conforta molto”. Dunque cosa evitare contro il Cesena? “In questo periodo stanno facendo grandi cose, hanno dei contropiedisti che possono metterci in difficoltà e se non stiamo attenti sarà molto difficile affrontare questo tipo di gara. Con tutto il rispetto, però, voglio lavorare sul nostro modo di giocare domani. Specie sull’atteggiamento”. Pone l’accento su quest’ultima parola più volte l’aeroplanino. In fondo in campionato sarà vietato sbagliare, col calendario che è tutto dalla parte dei viola: “Dobbiamo cercare di arrivare davanti alle squadre con cui siamo a pari merito e cercare di prendere meno reti”. L’ultima battuta la riserva a Mario Gomez. In sala stampa, ad ogni vigilia, ci scappa una domanda sul tedesco. E stavolta Montella risponde così: “Facciamo in questo modo adesso. Lo voglio avere al meglio da qui alla fine della stagione, per cui smetto di rispondere ad ogni tipo di domanda su di lui. Forse è questo che lo sta bloccando”.

GONZALO SQUALIFICATO, PEK A RIPOSO – Oggi l’ultimo allenamento prima della lista dei convocati, con Vincenzo Montella che dovrà pensare inevitabilmente anche alla sfida di giovedì prossimo contro il Siviglia in Europa League. Per questo potrebbe concedere un altro turno di riposo (dopo quello di Torino) a David Pizarro per poi averlo nelle condizioni migliori in Europa. In difesa Gonzalo Rodriguez è squalificato. Nel probabile 4-3-3 il tecnico dovrebbe schierare Neto tra i pali, Tomovic a destra, Savic e Basanta difensori centrali con Pasqual a sinistra. A centrocampo Mati Fernandez, Borja Valero ed Aquilani (in ballottaggio con Kurtic) con Vargas (ottimo momento di forma) ed Ilicic a supporto di Gilardino.
 

Fiorentina

serie A
Protagonisti:
vincenzo montella

Fonte: Repubblica

Commenti