Pioli: “Spostate il derby”. Sinisa: “Voglio lo stadio pieno”

Alla vigilia di Samp-Lazio, l’allenatore biancoceleste parla della decisione di anticipare la finale di Coppa Italia quattro giorni prima della sfida alla Roma: “Così non va, dobbiamo giocarcela alla Pari”. Mihajlovic carica la sua Sampdoria

C’è un secondo posto da inseguire. Alla vigilia di Sampdoria-Lazio, Stefano Pioli carica i suoi. Anche perché la sfida di Genova non sarà facile, e non si può sbagliare. “Sono i 15 giorni decisivi. Siamo arrivati al dunque, non c’è una partita più importante dell’altra. Saranno tre finali in campionato e una in Coppa Italia. Lavoriamo da dieci mesi, abbiamo creato un gioco, uno spirito, ci dobbiamo basare su questo. Siamo là dove sognavamo di essere”.

Occhio alla Samp –
La Roma è avanti di un punto. E il Napoli la segue a due lunghezze. “La partita di sabato sera è fondamentale – dice Pioli-. Quattro giorni sono sufficienti per recuperare energie. Valuterò domattina per schierare la formazione migliore per domani sera. La Sampdoria sta facendo un ottimo campionato, sono aggressivi, ci somigliano. Dobbiamo affrontare il finale di stagione con grande entusiasmo. Saremo soddisfatti solo quando il 31 maggio avremo dato e ottenuto il massimo”.

La finale di Coppa Italia – “Se la finale di Coppa Italia era stata messa il 7 giugno, ci sarà stato un motivo. La Juve ha qualche vantaggio avendo vinto il campionato, noi invece abbiamo ancora tanto da chiedere. Credo che sia corretto spostare il derby”. Stefano Pioli si fa sentire. L’anticipo della finale con la Juve, finalista anche in Champions League è un argomento caldo. La Lazio dovrà giocarsi la partita decisiva per il secondo posto quattro giorni dopo la finale con la Juve. “Quando c’è una partita di Europa League, viene sempre posticipata la partita successiva. Tutte le squadre devono giocarsela alla pari”.


Samp, la carica di Mihajlovic –
Anche la Samp si gioca molto: un posto in Europa. Per questo Sinisa Mihajlovic carica l’ambiente. “E’ la partita dell’anno. Quindi voglio lo stadio pieno”. L’attenzione blucerchiato si rivolge soprattutto ai tifosi: “Sarà fondamentale il loro sostegno, se poi non avremo fatto bene potranno pure fischiare. Ma non accetto fischi durante la gara visto tutto quello che i ragazzi hanno fatto finora disputando una grandissima stagione”. Per il rush finale nella conquista dell’Europa League Mihajlovic non ha dubbi: “Dovremo portare a casa nove punti perché le altre squadre non mollano”. Per il serbo la sfida alla Lazio ha un sapore importante (ha giocato in biancoceleste dal 1998 al 2004). “Da quando alleno la Samp – ha detto – con loro ho ottenuto un pareggio e due sconfitte: ora voglio rifarmi”.

Fonte: SkySport

Commenti

Questo articolo è stato letto 230 volte