Pedullà rivela: “Bigon via, De Laurentiis pensa a Sogliano”

Sogliano

Il Napoli si prepara a una rivoluzione. Il gruppo dello scouting è in scadenza, Bigon ha un contratto fino al 2016, ma conta poco. il Napoli sta pensando a un nuovo profilo di direttore sportivo, ci sono stati contatti con Sean Sogliano, un profilo che piace molto e che verrà valutato. Avevamo accostato Sogliano al Napoli il 27 marzo su Sportitalia e su questo sito, preannunciando una suo addio al Verona, Sogliano è in uscita da Verona dove recentemente ci sono state incomprensioni e divergenze di idee, il suo grande lavoro resta. Ci sono stati contatti anche con la Fiorentina in un recente passato, ma il Napoli può essere la giusta base per ripartire bene, De Laurentiis lo apprezza fin dai tempi della trattativa perJorginho. Curioso il fatto che possa esserci una staffetta con Riccardo Bigon: quest’ultimo ha un eccellente rapporto con Gardini, dg del Verona, che gli ha già proposto la poltrona di diesse. Ci sono discrete possibilità che Bigon accetti, anche se ha un feeling importante con Benitez e Rafa gli aveva prospettato l’ipotesi di poter continuare a lavorare in coppia. Ma al momento non ci sono piste calde, fermo restando che per Benitez non va scartato un ritorno a Liverpool in assenza di altre proposte che comunque non vanno escluse, il mercato degli allenatori deve entrare nel vivo . E Bigon potrebbe comunque decidere di ripartire da Verona per dimenticare gli ultimi mesi troppo fumosi, malgrado sia stato scortato da una parte della stampa. Come raccontato in passato, De Laurentiis ha sempre rimproverato a Bigon una certa morbidezza nei rapporti con Benitez, al punto che spesso il numero uno del club è stato costretto a intervenire in prima persona. E lo ha escluso da diversi summit di mercato, compreso quello recente con l’Empoli per Valdifiori. Verona è una piazza prestigiosa, ma rispetto a Napoli per Bigon sarebbe un chiaro ridimensionamento. Dopo essere stato addirittura accostato in passato a club di primissima fascia, evidentemente piste non troppo fondate.

Alfredo Pedullà

Commenti