Il Real Madrid ha deciso, esonerato Ancelotti. Ora il Milan può sperare

MADRID –  Florentino Perez ha comunicato a Carlo Ancelotti che non è più l’allenatore del Real Madrid. E’ il risultato dell’incontro andato in scena nel tardo pomeriggio tra il tecnico emiliano e il presidente delle Merengues che poi ha affrontato la stampa (conferenza rinviata dalle 19 alle 20 in seguito alla conversazione tra presidente e allenatore). Secondo i media spagnoli, la decisione  di Florentino Perez potrebbe essere ricondotta a una più ampia volontà di rivoluzionare l’organigramma tecnico della squadra che appena un anno fa vinceva la Champions League in uno storico derby contro l’Atletico a Lisbona. Sarebbe addirittura in dubbio la permanenza di Cristiano Ronaldo sul quale si potrebbe scatenare un’asta dalle proporzioni difficilmente immaginabili.

GALLIANI ABBOTTONATO MA CONVINTO  –  Nella capitale spagnola a monitorare da vicino le evoluzioni della panchina del Real era presente da alcune ore Adriano Galliani. L’ad rossonero è decollato da Linate intorno alle 13 in direzione Madrid per incontrare Ancelotti in serata. Molto abbottonate le sue dichiarazioni sia alla partenza che all’arrivo: “Ancelotti è una leggenda del Milan. Vado in Spagna per turismo, forse resterò fino a settembre e mi visiterò altre città come Siviglia. Se mi piace Emery? Non so, non so, allora vado a Valencia. Scherzo. Mi piace Madrid, si vive molto bene. Se ho parlato con Ancelotti? Non lo so, il telefono italiano non mi funziona in Spagna. Abbiamo un grande rapporto con il Real e Perez. Se mi piace più Ancelotti o Emery? Non rispondo. Ho grandi amici al Real. Mi piace molto Mandzukic”. Fuori onda però Galliani ha manifestato la sua convinzione di riuscire a convincere Ancelotti.

TRATTATIVA A ESONERO DECISO – Nella capitale spagnola il dirigente brianzolo è stato accolto da Ernesto Bronzetti, centrale in questa trattativa per la sua vicinanza al Real e al tecnico emiliano. Pomeriggio trascorso in hotel senza nessun incontro con rappresentanti dell’Atletico Madrid o del fondo Doyen, come era stato ipotizzato da fonti spagnole. La cena può iniziare dopo che il primo tassello è diventato realtà: il licenziamento di Ancelotti che così incassa dal Real una penale da 3,5 milioni. Ora Carletto è libero di trattare senza vincoli contrattuali. Adesso però bisogna vedere se Galliani riuscirà a convincere l’ex tecnico rossonero che per ora sembra piuttosto scettico sul ritorno a Milanello.

Real Madrid

liga spagnola
Protagonisti:
carlo ancelotti

Fonte: Repubblica

Commenti

Questo articolo è stato letto 271 volte