ADL-Benitez, conferenza stampa per dirsi addio alla vigilia di un match fondamentale. Perchè?

Dunque Rafa Benitez e il Napoli si dicono addio dopo due anni. Addio sancito in una conferenza stampa congiunta tra il tecnico spagnolo e il Presidente De Laurentiis (durata più di un’ora). Pochi i temi concreti toccati, se non quello dell’ufficializzazione della fine dei rapporti anche con il DS Riccardo Bigon, prossimo al Verona: il Presidente ha parlato di stadio (per il quale ADL immetterà 30 milioni), cantera, del bilancio che a giugno chiuderà in perdita di 20 milioni. E poco altro di ciò che si sapeva già. Mentre Rafa ha promesso massimo impegno contro la Lazio per lasciare il Napoli dove l’ha trovato, ossia in Champions.
Molto probabilmente De Laurentiis è stato costretto ad ufficializzare l’addio di Rafa Benitez sotto pressione del Real Madrid, perchè il club iberico la settimana prossima (lunedì o martedì) vuole e deve presentare il suo nuovo allenatore al popolo madridista.
Tutto ciò, alla vigilia di un match delicatissimo che decide una stagione e inciderà probabilmente sui programmi futuri della società: noi speriamo che ciò non distragga soprattutto i calciatori e l’allenatore con la valigia già pronta. Anche se il Presidente ha affermato che la mancata Champions non influenzerà sul rafforzamento della squadra, che avverrà  in base alle esigenze del nuovo tecnico: ha citato gli esempi degli acquisti di Pogba e Tevez, costati relativamente poco rispetto al loro valore e al contributo che hanno dato, per intedere che non sono necessari solo i soldi per fare una squadra competitiva, ma competenza e professionalità sul mercato. Staremo a vedere.

Giuseppe Di Marzo

Commenti