Sampdoria, Zenga: “Ferrero uomo vero. Cassano e Balotelli? Vedremo”

GENOVA – Con i test fisici effettuati al Laboratorio Albaro, comincia ufficialmente la stagione 2015/16 della Sampdoria, la prima delle squadre italiane a scendere in campo per un impegno ufficiale (il terzo turno preliminare di Europa League, andata il 30 luglio). Sarà quello il giorno del debutto ufficiale di Walter Zenga sulla panchina blucerchiata ma l’ex portiere è concentrato sul lavoro che lo aspetta da lunedì, nonché sul mercato. L’Uomo Ragno appare già molto soddisfatto del lavoro del presidente Ferrero e del ds Osti: “La società è brillante e veloce ad agire sul mercato – riconosce Zenga ai microfoni di Rai Radio 2 – abbiamo già fatto quattro acquisti. L’ultimo di questi è Cassani, che rimedierà all’infortunio di De Silvestri, visto che Lorenzo dovrà stare fuori per un po’”.

“CASSANO E BALOTELLI? VEDREMO, IL MERCATO È LUNGO” – “Abbiamo preso dei giocatori importanti – sottolinea Zenga, mentre si attende l’ufficialità dell’ingaggio del brasiliano Fernando, proveniente dallo Shakhtar – e altri li abbiamo confermati, stiamo facendo una buona squadra. Alla Samp ho incontrato un matto come lo sono io? Io lo ero, ma tra i pali. Quando ero l’”Uomo Ragno” ero un matto-coraggioso. Se vi riferite al presidente invece, lui è un uomo vero, non di certo un pazzo”. A proposito di “Pazzo”, Giampaolo Pazzini è uno dei nomi caldi per l’attacco della Samp, ma si parla molto anche di Mario Balotelli e di un altro possibile ritorno, quello di Antonio Cassano: “Il “Pazzo”? A chi non piacerebbe allenare Pazzini? – replica Zenga – su Cassano e Balotelli, posso dire che sono giocatori di qualità. Ci sono molti aspetti da valutare che a volte sfuggono alla gente, però. Vedremo, il mercato è aperto sino a settembre”.

REGINI: “NON VEDO L’ORA DI GIOCARE IN EUROPA” – Angelo Palombo, Andrea Tozzo, Djamel Mesbah, Vasco Regini, Pawel Wszolek ed Edoardo Oneto sono stati i primi blucerchiati a sottoporsi ai test fisici, che coinvolgeranno tutti gli effettivi prima della partenza per Ponte di Legno, sede del ritiro. “Non vedo l’ora di giocare in Europa – dice Regini, apparso decisamente motivato – per me sarà un’esperienza nuova e bellissima. Fare le coppe è motivo di orgoglio e prestigio. Sono già carico, vogliamo andare più avanti possibile. Non ho ancora avuto modo di conoscere il mister, ma avrò modo di farlo nei prossimi giorni. Le vacanze sono finite, finalmente si torna in campo”.

serie A

sampdoria
Protagonisti:
walter zenga
Fonte: Repubblica

Commenti

Questo articolo è stato letto 258 volte