Milan, Mexes dall’addio al rinnovo: firma per un altro anno

MILANO  –  Ore di colpi di scena intorno a Philippe Mexes. Il difensore francese ieri sembrava vicino ai saluti dal Milan, quasi un calciatore svincolato dopo che il suo contratto era scaduto al 30 giugno. Quindi era passata una settimana da giocatore libero da vincoli. Erano anche arrivate notizie di una comunicazione all’ex giallorosso sull’interruzione del suo rapporto con il club rossonero, tanto è vero che il suo nome era uscito da quelli compresi in rosa nel sito ufficiale rossonero.

SABATO A MILANELLO  –  Invece poche ore fa è cambiato tutto. Il Milan ha comunicato che Mexes ha firmato un prolungamento di un anno, fino al 30 giugno 2016. L’ex giallorosso sarà a Milano tra tre giorni, sabato 11 luglio, all’indomani della prima amichevole stagionale della squadra di Mihajlovic, contro l’Alcione a Solbiate Arno. In effetti, dopo la cessione di Rami, il mancato rinnovo a Bonera e in assenza di certezze sui nuovi rinforzi (Romagnoli il più gradito dal nuovo allenatore), il Milan sarebbe rimasto sguarnito nel reparto dei centrali difensivi.

SQUINZI CONTRO LO STADIO AL PORTELLO  –  Intanto è arrivata una stroncatura eccellente nei confronti del nuovo stadio rossonero che ieri ha ottenuto il via libera della Fondazione Fiera e ora inizia l’iter in Comune. Non ha avuto parole tenere il presidente di Confindustria, Giorgio Squinzi, proprietario del Sassuolo e tifoso del Milan. “Mi sembra che non abbia degli spazi di respiro adeguati, però se ci hanno fatto un progetto vuol dire che evidentemente ci credono”, ha detto a margine dell’assemblea dell’Ucimi, l’associazione dei costruttori italiana di macchine utensili. Squinzi si tiene stretto il suo impianto: “Sono contento di essere il proprietario dello stadio di Reggio Emilia che, invece, ha tutte le strutture intorno ed è un signor stadio, il più bello che ci sia dopo quello della Juventus a Torino”.
 

serie A

milan ac
Protagonisti:
philippe mexes

Fonte: Repubblica

Commenti