Inter, Kondogbia: “Stregato da Mancini, mai detto sì al Milan”

RISCONE DI BRUNICO (Bolzano) – Tutto merito di Roberto Mancini. Geoffrey Kondogbia svela il retroscena che l’ha convinto a scegliere l’Inter e non il Milan in quei convulsi giorni di giugno: “Ho parlato con il mister e mi ha convinto: l’Inter è il progetto migliore per me, non ho mai esitato nella mia scelta, malgrado quello che si è detto e scritto. Non avevo mai detto sì al Milan. Mancini mi ha detto molte cose, quando un allenatore del genere ti chiama non si può dire di no”. Il francese ha già stregato i tifosi. “Ho sentito la grande passione da parte dei nostri sostenitori, è normale che ci siano delle attese ma finora non ho sentito pressione. Penso che il campionato italiano sia la tappa giusta in questo momento della mia carriera, qui posso crescere e migliorare”.

FIDUCIOSO PER LO SCUDETTO – L’ex centrocampista del Monaco è convinto della forza della nuova Inter di Thohir e Mancini. “Lo scudetto? Sono fiducioso, abbiamo tutte le carte in regola per vincere. C’è tanto lavoro da fare ma lo faremo al massimo delle nostre potenzialità”. Il paragone con Yaya Touré e Vieira non lo disturba. “Abbiamo caratteristiche simili, il mio modello di gioco è Touré ma sul ruolo non ho preferenze, sono pronto a scendere in campo dove vuole l’allenatore. Il mio punto di forza è sicuramente la potenza, mentre dovrei lavorare di più sulla fase difensiva. Pogba? Mi piacerebbe poter giocare contro di lui”. Il francese ha già sfidato la Juventus in Champions League. “Forse avremmo meritato il passaggio del turno ma la Juventus è una grande squadra, che ha giocato con le sue qualità e credo abbia poi meritato di arrivare in finale”. Kondogbia ha scelto la maglia numero 7, ecco la spiegazione: “Il 7 giugno scorso è nato mio figlio, il 7 novembre è la data di nascita di mia madre”. Con il calcio, però, non è stato amore a prima vista. “Da piccolo mi piaceva la boxe, non amavo molto le regole del calcio”. Ora è pronto a prendersi l’Inter. “Ho mostrato quello che so fare, non so se sono un leader ma so benissimo che in me sono state riposte delle speranze: qui ci sono tantissimi campioni e io darò il mio contributo, lavorando sodo”.

Inter

serie A
Protagonisti:
geoffrey kondogbia
Fonte: Repubblica

Commenti