Udinese, Zapata si presenta: “Qui per fare gol e volare in Nazionale”

UDINE – “A Napoli ho vissuto due anni importanti della mia carriera ma ora ho tanta voglia di trovare spazio, guadagnandolo giorno dopo giorno, mettendo sempre il massimo in allenamento per convincere il mister a farmi giocare”. Duvan Zapata abbraccia l’Udinese, sperando di diventarne un punto fermo nei prossimi due anni: il colombiano giunge al Friuli in prestito biennale. “Volevo una squadra dove riuscire a giocare il più possibile, anche perché uno dei miei obiettivi principali è ottenere una convocazione in Nazionale. E per fare questo la continuità è davvero molto importante”.

IL TANDEM CON DI NATALE – Zapata dovrà ora dimostrare di essere in grado di convivere con il “re” del Friuli, Totò Di Natale. “Da fuori si vede che è un calciatore di livello molto alto, un riferimento per questa società e per questa squadra. Da quando sono arrivato tutti mi hanno accolto molto bene. In campo dobbiamo lavorare tantissimo per accontentare le richieste del mister ma non ho pensato ancora a come mi integrerò con i colleghi di reparto”. Il colombiano non si sbilancia sul numero di gol da “promettere” ai tifosi bianconeri. “Spero di farne tanti: per questo cercavo una squadra come l’Udinese. Ora ci sono riuscito: sono arrivato in un grande club, in una grande società, per la quale voglio dare il massimo e fare il meglio. Per me va benissimo tutto quello che decide il mister. Sono un professionista e mi adatto a ogni richiesta dell’allenatore, che decide sempre per il meglio per la squadra”.

GRAZIE RAFA – L’attaccante ringrazia il suo allenatore nel periodo napoletano, quel Rafa Benitez ora volato a Madrid, alla guida del Real. “E’ un grande allenatore, tutti sappiamo quanto ha vinto nel calcio. Sono arrivato a Napoli grazie a lui e alla segnalazione di Pellegrini. Con lui ho accumulato tanta esperienza, perciò lo ringrazio. Ho potuto giocare in Serie A, Coppa Italia e Champions League, magari non tantissimo; forse avrei voluto giocare di più”. Per gli attaccanti colombiani è un grande momento, Zapata parla dei suoi connazionali e dei suoi modelli. “In Nazionale ci sono tantissimi grandi campioni che osservo, ma gli attaccanti che mi hanno sempre ispirato di più sono Drogba e Ibrahimovic. Bacca, Martinez e Falcao sono grandi attaccanti, ma hanno tipi di gioco diversi dal mio”.

udinese

serie A
Protagonisti:
duvan zapata
Fonte: Repubblica

Commenti

Questo articolo è stato letto 167 volte