Scommesse, Teramo deferito: responsabilità diretta

Il provvedimento arriva per la presunta combine nella partita di Savona del 2 maggio 2015, 0-2, quella della promozione abruzzese in B, finita nella seconda tranche dell’inchiesta Dirty Soccer sul calcioscommesse. Responsabilità diretta e oggettiva
Notificati al Teramo Calcio, dalla Procura Federale, i deferimenti per la presunta combine sulla partita Savona-Teramo (2 maggio 2015, 0-2) nell’ambito della seconda tranche dell’inchiesta Dirty Soccer della Procura di Catanzaro. Al club abruzzese è contestata la responsabilità diretta ed oggettiva. La notizia è stata riportata dall’Ansa, che fa riferimento a fonti qualificate.

Il match consentì agli abruzzesi di ottenere la storica promozione in Serie B con una giornata di anticipo rispetto alla fine del campionato. A conclusione delle indagini, nei giorni scorsi, la Procura Figc aveva contestato l’addebito della responsabilità diretta per il Teramo per il presunto coinvolgimento del presidente Luciano Campitelli, e la responsabilità oggettiva per il presunto illecito del direttore sportivo (ora sospeso) Marcello Di Giuseppe.

Fonte: SkySport

Commenti