Lazio, fattore K devastante: Keita e Kishna stendono il Bologna 2-1

LAZIO-BOLOGNA 2-1
17′ Biglia (L), 23′ Kishna (L), 43′ Mancosu (B)

Guarda la cronaca del match

Nel primo posticipo della nuova stagione di Serie A la Lazio scopre il fattore K. Keita e Kishna sono imprendibili e la squadra di Pioli batte il Bologna 2-1. Apre le marcature Biglia, il 20enne olandese segna subito all’esordio, proprio come Mancosu che va in gol nella sua prima presenza in Serie A. La Lazio domina anche nel secondo tempo, quando Destro fa il suo esordio con il Bologna. Unica nota negativa per la Lazio è l’infortunio di Biglia, costretto a lasciare il campo nel secondo tempo per un infortunio muscolare.

Kishna titolare, Destro out – Pioli deve fare i conti con le assenze in attacco (out Klose e Djordjevic). L’allenatore biancoceleste decide allora di lanciare dal primo minuto l’esordiente Kishna nel tridente insieme a Keita e Candreva. Berisha sostituisce l’infortunato Marchetti tra i pali. Nel Bologna il neo acquisto Destro parte a sorpresa dalla panchina. Delio Rossi, ex allenatore della Lazio, si affida in avanti alla coppia Mancosu-Acquafresca.

La rete del capitano – La Lazio dimostra da subito di avere una condizione atletica già ottima (per via dei preliminari di Champions) e sfiora il gol dopo appena 10 minuti. Assist perfetto di Kishna per Candreva, che da buona posizione mette fuori di testa. Dopo cinque minuti ancora Candreva protagonista, con un grande destro a giro da 30 metri che impegna Mirante. Il portiere del Bologna viene continuamente impegnato dagli uomini di Pioli, che al 17’ trovano il meritato vantaggio. Cross di Basta, mette fuori la difesa del Bologna, Biglia è il più veloce di tutti a precipitarsi sul pallone: tiro di sinistro preciso che finisce nell’angolo basso. Gioia doppia per l’argentino, che segna nel giorno in cui indossa per la prima volta la fascia da capitano.

Gol all’esordio – La Lazio è straripante, Keita è in grande forma e Candreva crea continuamente pericoli con i suoi movimenti, ma è Kishna a trovare il gol all’esordio in Serie A. Al 23’ la difesa del Bologna sbaglia a liberare l’area di rigore, il pallone finisce sui piedi del 20enne attaccante olandese che supera Mirante con un sinistro preciso all’angolino. La festa della Lazio sembra ormai certa, al punto che i biancocelesti abbassano colpevolmente il ritmo sul finale del primo tempo. Il Bologna ne approfitta e punisce la squadra di Pioli. Al 43’ grande contropiede di Mancosu, che calcia a botta sicura a tu per tu con Berisha: il pallone colpisce la traversa ed entra, gol all’esordio in Serie A anche per Mancosu.

Super Candreva – Nella ripresa la Lazio cerca soprattutto di controllare il vantaggio, lasciando libertà di inventare ai suoi talenti Keita e Kishna. La brutta notizia per la Lazio arriva dall’infortunio di Biglia, costretto a uscire per un problema muscolare. Candreva vuole entrare nel tabellino dei marcatori e si inventa un’azione straordinaria al 72’: discesa palla al piede sulla fascia sinistra, salta due avversari in grande stile, entra in area, ma il suo tiro viene respinto da Mirante. Destro fa il suo esordio con la maglia del Bologna, ma la squadra di Rossi fatica a creare occasioni da gol pericolose. L’unico lampo del Bologna arriva al 91’, con un colpo di testa di Brighi respinto da Berisha. La Lazio vince con merito 2-1 il primo posticipo della nuova stagione di Serie A.

Fonte: SkySport

Commenti