Clamoroso allo Stadium: decide Thereau, Juve battuta dall’Udinese

JUVENTUS-UDINESE 0-1
marcatore: 78′ Thereau

Guarda la cronaca del match

E’ un avvio di campionato storicamente incredibile quello della Juve. La Vecchia Signora, che non aveva mai perso all’esordio in casa in Serie A (33 vittorie e sette pareggi in 40 partite), esce sconfitta dall’Udinese di Colantuono.
La sconfitta è ancora più anomala se si considera che nello scorso campionato la Juventus è stata in vantaggio in tutte le 19 partite casalinghe (16 vittorie finali, tre pareggi). Contro i friulani, invece, i bianconeri di Allegri non hanno nemmeno trovato il gol. Juve a secco allo Juventus Stadium, qualcosa di davvero clamoroso.

Problemi a centrocampo per Allegri, che non può contare sugli infortunati Marchisio e Khedira e si affida a Padoin. In attacco, non potendo schierare Morata (anche lui ko), il tecnico punta su Coman al fianco di Mandzukic, preferendo il francesino a Dybala.
Tra le fila dell’Udinese c’è grande curiosità per Ali Adnan, primo iracheno all’esordio in Serie A, che Colantuono schiera a sinistra. Si dice che spinga come Roberto Carlos. Il primo tempo dei friulani però è tutto in difesa: la Juve preme e l’Udinese si difende. Un atteggiamento comprensibile se si pensa che l’Udinese non batteva la Juventus in campionato dal gennaio 2011, e che nessuna squadra ha punito più volte della Juve i friulani in Serie A dal punto di vista delle reti fatte.

Nella ripresa la Juve va sempre più vicina al vantaggio, ma Karnezis resta inviolato e al 78′ la frecciata: Lichtsteiner si perde Thereau e il francese punisce Buffon.
I dodici minuti – più 5 di recupero – sono infiniti. L’Udinese ha anche la chance per raddoppiare e c’è anche tempo per un infortunio dell’arbitro.
Ma al triplice fischio il risultato è di 0-1. L’ultima sconfitta casalinga della Juventus in campionato risaliva al gennaio 2013, contro la Sampdoria. Colantuono rompe questo incantesimo e trova anche la gioia personale. Aveva vinto solo uno dei 10 precedenti contro la Juventus in Serie A: 3-2 nell’aprile 2008, quando sedeva sulla panchina del Palermo.

Domenica prossima Roma-Juventus, comunque vada, non vedrà nessuna delle due squadre a punteggio pieno.

Fonte: SkySport

Commenti