Napoli, Sarri tra mercato e riscatto: ”Tocca a noi trascinare il pubblico”

NAPOLI – Voltare pagina e cancellare il ko con il Sassuolo. Maurizio Sarri prenota il riscatto domani sera con la Sampdoria al debutto ufficiale al San Paolo. Prevendita fredda, ma il tecnico non è preoccupato di questo aspetto. “Dobbiamo essere noi a trascinare il pubblico e non viceversa. Se noi daremo tutto, vedrete che saranno dalla nostra parte”. Il Napoli ci proverà. “Con il Sassuolo non è stato solo un problema di tenuta fisica. Non si può finire la benzina dopo 20 minuti. Dobbiamo crescere sotto il profilo della personalità. E’ fondamentale la capacità di tenere in mano le partite e chiuderle anche se dal punto di vista della condizione non siamo ancora al top”.

Contro la Samp servirà un Napoli diverso soprattutto per quanto riguarda la prestazione. “Ma il mio progetto continua. Faccio un esempio: se uno passa dall’Iphone al Samsung, deve abituarsi: ci vuole tempo per acquisire i meccanismi nuovi”. E gli azzurri hanno completamente voltato pagina rispetto al passato soprattutto per il modo di giocare. Anche il modulo è diverso. “Non possiamo lasciarlo perdere dopo una sola gara. Siamo aperti ad altre soluzioni, ma andremo avanti così. Il 4-3-3? Lo abbiamo provato e confermo che ci mancavano i giusti equilibri”. Stesso abito tattico mostrato al Mapei Stadium, dunque. Cambierà solo qualche interprete, ma si va avanti con il 4-3-1-2. “In difesa dobbiamo verificare se Chiriches recupera oppure no. Ieri è tornato ad allenarsi in gruppo. Ha fatto un bel lavoro pure Ghoulam”. Il franco-algerino dovrebbe tornare a sinistra con Hysaj che trasloca a destra. In mediana il dubbio riguarda Allan che secondo Sarri non è ancora al top. “La scorsa settimana sembrava spento, mi ha dato qualche segnale incoraggiante negli ultimi giorni. Vedremo se sarà pronto per questa  gara oppure per la prossima. Ha fatto metà preparazione con l’Udinese e metà con noi, si sta abituando ai nuovi meccanismi. Gioca chi sta più in forma”. L’unica eccezione alla regola è Gonzalo Higuain. “Lui sarà protagonista”. Al suo fianco stavolta è favorito Callejon. “Ma non ho preclusioni per nessuno. Pure Gabbiadini può duettare con il Pipita. Davanti siamo tanti. Insigne? Aspettiamo che sia al 100% e poi lo giudicheremo da trequartista”.

La coperta è più corta a centrocampo. “Non siamo in tantissimi. Vedremo l’evoluzione di Dezi: se resta, tra un mese sarà pronto ad offrire il suo contributo”. Inutile stuzzicarlo oltre, ma un regalo dal mercato sarebbe gradito. Vecino, Soriano e Lemina, i nomi trattati negli ultimi giorni,  ma tutto dipenderà dalla cessione di De Guzman. Sarri, però, pensa solo alla Sampdoria. “E’ una squadra importante, sta bene fisicamente e ha giocatori agili come Eder e Muriel. Dovremmo stare molto attenti”.

ssc napoli

serie A
Protagonisti:
Maurizio Sarri
Fonte: Repubblica

Commenti