Genoa, Gasperini: ”Pronti per un ciclo di ferro”

GENOVA – Con la sfida a Firenze alle porte, il Genoa cerca la conferma dopo la prestazione contro il Palermo, anche se terminata con una sconfitta, e la vittoria con il Verona. Contro la Fiorentina inizia un piccolo ciclo di ferro, ma il tecnico Gian Piero Gasperini predica calma e ostenta sicurezza.

“OTTIMO SPIRITO E ABBIAMO MORALE” – “Dopo la trasferta di domani a Firenze, affronteremo Lazio, Juve e Milan. Meglio togliersele subito – afferma l’allenatore del Grifone -. C’è un ottimo spirito e abbiamo morale. Sappiamo che saranno quattro match molto complicati, ma siamo pronti”.

“NTCHAM GIOCA CON SICUREZZA” – L’allenatore ha recuperato Dzemaili e De Maio. Abile e arruolato anche Perotti che, però, partirà dalla panchina. “Perché vogliamo averlo al massimo nelle prossime gare”, dice Gasperini che a Firenze confermerà dall’inizio anche il baby Ntcham, prelevato quest’estate dal Manchester City. “Ha 19 anni – spiega Gasp – ma sta giocando con la sicurezza di un giocatore affermato”. In attacco poi toccherà alla coppia Lazovic-Pandev. Gasperini ringrazia anche i tifosi: superata quota 17 mila tessere, miglior risultato degli ultimi quattro anni e ci sarà tempo per abbonarsi fino alla prossima gara casalinga contro la Lazio: “I tanti abbonati sono un gran successo. Noi lo avvertiamo questo entusiasmo che c’è intorno alla squadra e anche la partita col Verona è stata apprezzata. Vogliamo donare ancora le stesse emozioni”.

“NON MI ASPETTAVO QUESTA JUVE” – E poi uno sguardo a questo avvio di campionato con la Juve che non decolla (“non me l’aspettavo, ma è un segnale che il campionato sarà equilibrato”) e le emozioni del derby di Milano già alla terza giornata: “Entrambe le squadre hanno speso molto, con la volontà di essere competitive. Sulla carta l’Inter ha fatto una squadra molto forte. Mi incuriosiscono i nerazzurri perché sul finire dell’anno scorso facevano un buon calcio. Il Milan ha degli attaccanti molto forti e un derby lo possono decidere le punte”.

genoa

serie A
Protagonisti:
gian piero gasperini
Fonte: Repubblica

Commenti

Questo articolo è stato letto 187 volte