Sarri: “L’errore arbitrale su Saponara ha influito sul risultato”

Napoli-Sampdoria Sarri

Intercettato da Premium Sport al termine di Empoli-Napoli, Maurizio Sarri ha commentato il pari per 2-2 emerso al Castellani: “Cosa ho detto alla squadra all’intervallo? Ho detto che a sprazzi abbiamo fatto bene, di muovere la palla e prendere in mano la partita. Non bisognava regalare spazi agli avversari, la squadra nei primi 20′ era in netta crescita. Abbiamo offerto un grande secondo tempo, nel finale pensavamo di vincere. Bisogna prendere i segnali di crescita. Siamo stati sfortunati nel finale”.

Il gol incassato in avvio? “Sul primo abbiamo fatto un errore, sul secondo è stato un errore dell’arbitro. Saponara aveva toccato con la mano, mi ero arrabbiato della prestazione complessiva. La linea difensiva s’è mossa meglio, ha concesso poco dal 20′ in poi. Nella ripresa abbiamo fatto meglio”.

4-3-3 nel finale di gara? “Il 4-3-1-2 non è un dogma, Insigne si sta decentrando per scelta individuale e non per scelta tattica. Siamo passati al 4-3-3 che stiamo provando da un po’ di tempo, c’erano gli interpreti giusti per cambiare modulo in quel momento”.

A Empoli la conoscono bene? “Quando l’Empoli fa i primi 20′ così, è un problema per tutti. Non dimentichiamoci che quattro mesi fa, io vincevo 3-0 al 45′ contro il Napoli. Siamo migliorati (ride, ndr). I primi minuti al Castellani sono un problema per tutti. Giocare qui – prosegue Sarri – non sarà una passeggiata per nessuno”.

Gli inserimenti di Saponara? “Nel primo tempo abbiamo concesso troppo, loro ripartivano spesso. Nella ripresa abbiamo palleggiato di più, eravamo più capaci di andare a pressare la palla persa. Non abbiamo rischiato nulla, poi l’Empoli non aveva più la forza di attaccare”.

L’errore arbitrale sul secondo gol dell’Empoli? “Sinceramente me ne sono accorto subito dal campo, come tutti. Credo che solo l’arbitro non abbia visto (ride, ndr). Siamo stati sfortunati, speriamo di essere fortunati in futuro. Avremmo portato a casa la gara se non avessimo subito il secondo gol. Guardiamo però la crescita, la squadra in queste tre gare ha fatto sempre un passo in avanti. È questo l’aspetto confortante, per conquistare punti bisogna però prendere un gol in meno. Questo è indubbio”.

Problema tecnico-tattico per Valdifiori? “No, sta facendo quello che faceva gli anni scorsi. Secondo me sta facendo meglio rispetto al passato in questa fase della stagione. Sono fiducioso, in questa fase della stagione ha sempre fatto fatica. So che in questo momento è un elemento a rischio sostituzione, sono poco preoccupato perché dietro c’è Jorginho che è in grandissima crescita”.

tmw

Commenti

Questo articolo è stato letto 708 volte