Serie D, Parma: primi tre punti al Tardini, battuto il Villafranca

Parma-Villafranca 2-1

Marcatori: 5’ Cecco su rig. (V) 37’ Lauria su rig, 80’ Longobardi (P)

Il Parma senza Musetti, infortunato, autore sette giorni fa del primo gol dell’avventura Parma in serie D sul campo dell’Arzignano, parte con Longobardi davanti, all’esordio con la maglia gialloblù. E’ la prima al Tardini, dove la squadra è arrivata a piedi, accompagnata da un numeroso corteo di tifosi. L’avversario di oggi si chiama Villafranca (con Iorio e Spinale, rispettivamente ex Genoa e Mantova). Obiettivi diversi per i veneti in questo campionato (se non opposti rispetto al Parma) che arrivano da una brutta sconfitta all’esordio in campionato: 5-1 dal Forlì.

Pronti via e la squadra ospite gela i 10.258 spettatori del Tardini: bastano infatti solo cinque minuti per il gol del vantaggio che arriva su rigore. Fallo di Cacioli e Cecco batte Zommers dagli undici metri. Gli ospiti non hanno paura dei 9mila e prendono sicurezza dopo il gol del vantaggio. Il Parma non sta a guardare e dopo 15 minuti prova a trovare il pareggio con la testa di Melandri. Ancora gialloblù avanti: prima con Capitan Lucarelli che prova la botta di potenza dai 20 metri, poi con Lauria e Longobardi di testa che manca la porta di poco.

Al 37’ l’intervento scomposto di un difensore su Adorni: è calcio di rigore per il Parma. Lauria va sul dischetto: Cantamessa para, ma non trattiene. Ne approfittano Longobardi e lo stesso Lauria che questa volta riesce a segnare. Chiude in attacco il Parma che cerca il gol del vantaggio e che arriva davanti al portiere veneto in più occasioni, la più nitida con Adorni, uno dei migliori di questo primo tempo.

Riparte forte il Parma che cerca i tre punti a tutti i costi. Cross di Ricci, torre di Longobardi, ma Melandri spreca davanti al portiere veneto. Sempre l’attaccante ex Forlì è protagonista delle azioni gialloblù più pericolose, come al 60’, quando, lanciato da Corapi, va giù in area, ma l’arbitro non se la sente di concedere il terzo rigore. Il Parma spinge, costruisce azioni, ma il Villafranca si salva sempre. Fino a all’80’: cross di Ricci sul primo palo, Longobardi non manca l’appuntamento e devia in rete. Punteggio pieno per i ducali dopo due giornate, in attesa di tornare in campo mercoledì 16 per il turno infrasettimanale contro la Fortis Juventus, squadra di Borgo San Lorenzo, comune in provincia di Firenze che conta 18mila abitanti: il doppio degli abbonati del Parma.

Fonte: SkySport

Commenti