Milan, ipotesi Balo dall’inizio. Mihajlovic: “Non dobbiamo far scappare l’Inter”

Dopo spezzoni di gara, conditi anche da buone prestazioni, contro l’Udinese potrebbe essere il turno di Mario Balotelli dal 1′. Nella conferenza stampa della vigilia della sfida che vedrà impegnato il suo Milan al Friuli, Sinisa Mihajlovic lo ha lasciato intendere. “Potrebbe essere una delle soluzioni, ma ancora non ho deciso. Domani mattina parlo con i giocatori, vedo chi si sente di poter giocare e cercherò di mettere la miglior formazione in campo”, ha detto l’allenatore rossonero commentando anche il giudizio del presidente Silvio Berlusconi che vede Balotelli anche nel ruolo di trequartista. “Se lo dice il presidente lo può fare, tutti possono fare il trequartista, ma con caratteristiche diverse – ha spiegato – . Anche De Jong può fare il trequartista. Anche il portiere”, ha scherzato l’olandese seduto al fianco dell’allenatore in conferenza stampa.

“Mario esemplare” – “Balotelli è cambiato? Non so come era prima, lo conoscevo all’Inter quando aveva 17 anni e ora ne ha 25, non so come è stato nel frattempo. Vedevo solo cosa scrivevano i giornali e quello che faceva in campo. Finora – ha aggiunto Mihajlovic – è stato esemplare, sul comportamento non ho nulla da dire, io lo sprono a fare sempre meglio”. 

Fare punti – “I punti sono importanti, sappiamo che dobbiamo migliorare certe cose però penso che siamo sulla strada giusta. Domani cambierò il meno possibile”. Gli infortuni, consegnano all’allenatore un Milan un po’ in emergenza: “Sì, siamo in emergenza per gli infortuni, anche quello di Kucka, ma io sono positivo essendo un ottimista. I ragazzi contro il Palermo hanno dimostrato delle cose in campo che mi hanno lasciato soddisfatto e mi hanno fatto capire dove migliorare. A Udine dovremo fare il nostro gioco, rispetto molto l’Udinese e Colantuono, una squadra che non può al momento giocare con serenità e tranquillità. Se giocheremo da Milan, ripetendo le ultime prestazioni, li metteremo in difficoltà. E’ giusto essere una squadra offensiva ma dobbiamo anche difenderci bene”.

L’exploit di Calabria – Intanto Mihajlovic si gode l’exploit del giovane terzino Calabria, gettato nella mischia dal 1′ contro i rosanero e fattosi trovare pronto. “E’ un ragazzo giovane di grande qualità e con la testa sulle spalle. Ho fiducia nei ragazzi, non guardo l’età e lui è forte e mi ha dato certezze. Honda? Ci da’ equilibrio, dovrebbe migliorare in fase offensiva ma i colpi ce li ha e sono sicuro che li fara’ vedere. Dopo la partita ho fatto i complimenti a Kucka, ha giocato tutta la partita stringendo i denti, speriamo di recuperarlo per domenica prossima”

Non far scappare l’Inter – “A Mancini invidio il taglio di capelli, non il colore”, è stata poi la replica di Mihajlovic a chi gli chiedeva cosa invidiasse all’amico allenatore dell’Inter, a punteggio pieno in campionato. “Quattro partite non bastano a tracciare giudizi, di sicuro non dobbiamo farli scappare troppo avanti perché per rincorrere si perdono troppe energie fisiche e nervose – ha aggiunto l’allenatore del Milan -. Ma io sono dell’opinione che si arriva al risultato più facilmente attraverso il gioco. Poi conta il risultato: loro hanno fatto quattro vittorie e sono contento per Mancini. Poi il calendario va un po’ a favore dell’Inter, perché conta quando incontri una squadra. Comunque – ha concluso -. I cavalli vincenti non si vedono alla partenza ma all’arrivo, e noi siamo cavalli vincenti”. 

Fonte: SkySport

Commenti

Questo articolo è stato letto 155 volte