Carpi, Castori ci crede: “Rispetto per il Napoli ma nessun timore reverenziale”

CARPI – Cogliere un risultato contro una delle grandi del campionato, anche per cancellare l’amarezza per la sconfitta con la Fiorentina. Ecco il proposito con cui la matricola Carpi, a tre giorni dal ko casalingo con i viola, si ripresenta davanti ai propri tifosi per sfidare il Napoli nel primo turno infrasettimanale di serie A.

CASTORI: “NAPOLI UNA DELLE MIGLIORI, SONO DA SCUDETTO” – “Il Napoli è una squadra fortissima, di caratura europea e che in questo momento ha trovato anche la migliore condizione generale. E’ una delle migliori del campionato, hanno attaccanti di livello internazionale, sono una squadra da scudetto – avverte l’allenatore Fabrizio Castori durante la conferenza stampa alla vigilia della partita – Per noi sarà una partita difficilissima, ma sappiamo di poter fronteggiare questa squadra con le nostre armi. Noi dobbiamo stare molto concentrati a fare bene il nostro lavoro, con rispetto per il Napoli, ma senza nessun timore reverenziale pur riconoscendo la loro grande qualità. Sarà una partita da grandi emozioni, contro una grande squadra e ci vorrà un Carpi determinato e intenso per fare risultato”.

“CONTRO LA FIORENTINA LA NOSTRA MIGLIORE PARTITA” – Castori torna ancora per un attimo alla gara con la Fiorentina. “Di quella partita posso solo confermare che è stata una sconfitta immeritata per occasioni create e l’episodio sfortunato sul loro gol – ribadisce il tecnico che ha condotto per la prima volta il club emiliano nella massima serie -. La squadra ha fatto una grande partita, la migliore secondo me dall’inizio del campionato. Non sono d’accordo che nell’ultima mezz’ora abbiamo mollato, loro sono una squadra che palleggia molto e abbiamo avuto fiammate importanti, incisive. Non possiamo pensare di mettere sotto gli avversari per novanta minuti”.

“GRANDE ONORE PER ME ESSERE ACCOSTATO A SARRI” – Quindi il discorso torna sui partenopei, adesso guidati da Maurizio Sarri. “C’è grande stima, è un onore per me se qualcuno mi paragona a lui che come me viene dal basso, vincendo i campionati minori. Siamo un riferimento per tanti allenatori delle categorie inferiori che vedono in noi la possibilità di arrivare in alto con il lavoro e la gavetta. Borriello? Ha bisogno di continuità per entrare in condizione, è normale pagare un po’ di fatica all’inizio e ci sta dopo un periodo di inattività. Pensavo faticasse di più a reggere subito i 90 minuti, invece ha dato risposte importanti”.

serie A

carpi calcio
Protagonisti:
fabrizio castori
Fonte: Repubblica

Commenti