Dalla rifondazione alla rinascita: il Catania ci riprova dalla Lega Pro

A Torre del Grifo, nello stesso centro sportivo dove fino a qualche tempo fa si allenavano calciatori del calibro di Lodi, Bergessio, Papu Gomez, Castro, troviamo oggi i ragazzi allenati da Pippo Pancaro. L’ex terzino di Lazio e Milan ha provato a ripartire da zero con un gruppo quasi del tutto rinnovato rispetto alla rosa che lo scorso anno ha giocato il campionato di serie B. L’inizio è stato più che incoraggiante con la penalizzazione di nove punti annullata in tre partite: “Siamo riusciti a riportare l’entusiasmo tra i nostri tifosi  – afferma Pancaro – i ragazzi sono stati molto bravi nell’approccio a questa categoria e ci stanno mettendo tanto cuore, questo i tifosi lo apprezzano molto”.

Dello stesso avviso il Direttore Generale Giuseppe Bonanno: “La città era morta questa estate e vedere in così poco tempo la gente entusiasmarsi per una squadra che è due categorie sotto rispetto a quella a cui è abituato i tifoso, ci ha riempito d’orgoglio”. Molto ottimista anche Caetano Calil, attaccante brasiliano proveniente dalla Salernitana con la quale ha conquistato la promozione in B lo scorso anno: “Questo è un momento importante, il momento di risalire e ricompattare la città con la squadra per provare a coronare un sogno, se non quest’anno, sarà per il prossimo”.

In un girone molto equilibrato, dove anche una delle grandi favorite come il Lecce sta faticando, la penalizzazione (già annullata) potrebbe non essere un ostacolo insormontabile per i ragazzi di Pancaro. Dopo tutte le vicende che hanno caratterizzato l’estate catanese, il ritrovato entusiasmo del Massimino può rappresentare il valore aggiunto di una squadra completamente rifondata.

Fonte: SkySport

Commenti