Pierluigi Pardo: “Con il Palermo mi aspetto un po’ di turnover e per Gabbiadini ci può essere una possibilità”

pierluigi-pardo-italia-unoA Radio Crc nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Pierluigi Pardo, giornalista

“La Roma di ieri è stata interessante ma il Napoli è più completo ed ha più continuità. L’ambiente di Roma non è semplice dal punto di vista della pressioni, il Napoli ha talento e condizione fisica.

Ieri la formazione di Sarri ha passato un test importante perché si è affrontata una piccola che poteva essere insidiosa.

Higuain è il miglior attaccante del campionato, l’anno scorso c’era Tevez e poteva contendersi questo ruolo. Il piccolo punto debole di Higuain è che a volte non è cinico e alterna periodi di forma a periodi bui.

La rinascita della difesa azzurra ci dimostra che l’era di Benitez aveva delle pecche. La differenza quest’anno la fa l’allenatore, Sarri in due mesi di lavoro ha avuto la capirà di risvegliare la squadra e l’ambiente e di trovare la soluzione tattica giusta.

Il Palermo è una buona squadra, Gilardino è un calciatore importante, il centrocampo ha giocatori che sanno il fatto loro.

Ieri è stata la partita perfetta per il Napoli che ha dimostrato di sapere aspettare e sapere cambiare pelle. Adesso serve regolarità, contro il Palermo i rischi ci sono ma il Napoli può trovare le soluzioni, mi aspetto un po’ di turnover e per Gabbiadini ci può essere una possibilità.

La classifica per lo scudetto al momento è Napoli, Roma e Juve. L’Inter continua a non entusiasmarmi”.

Il presente comunicato è stato inviato da Crc. Si declina ogni responsabilità dal contenuto dello stesso

Commenti

Questo articolo è stato letto 533 volte