Andujar: “Higuain felice a Napoli. Scudetto? Gli azzurri lotteranno fino alla fine”

Andujar_DMF_7031 Napoli-Milan 3/5/2015 foto De Martino

L’ex portiere azzurro, Mariano Andujar, ha parlato ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli rilasciando le seguenti dichiarazioni:

Sull’infortunio.  La scelta di tornare in Argentina è stata dettata anche dal desiderio di guarire la mano. Non vedo l’ora di tornare in campo e dimostrare al mister che sto bene. Ci ho messo più tempo del dovuto a guarire.

Su Higuain. Higuain non è mai stato pigro, ha il suo modo di giocare. E’ un attaccante, se non fanno gol o sbagliano una giocata capita di vederli camminare o stare lì a lamentarsi. E’ tornato in nazionale grazie alla sua condizione straordinaria, gli auguro di continuare così. Lui vive per il calcio e per il gol, è importante per lui continuare così. Ora sta molto bene, è rimasto nonostante la Champions. Ne abbiamo parlato varie volte. L’ho sentito un mese fa, quando le cose non andavano così bene, ed era fiducioso.

Sul nuovo allenatore. “Non penso che lo scorso anno ci sia mancato qualcosa. E’ cambiato l’allenatore: allenatore italiano o spagnolo è molto diverso. E’ cambiato modulo, giocatori come Hamsik e Jorginho oggi giocano in un ruolo migliore per loro. L’anno scorso siamo stati spesso ad un passo dal vincere tante partite, specialmente alla fine, e non c’è andata bene. Quello che cambia questa stagione è tutto: allenatore, modulo, preparazione della stagione e delle partite”.

Sul cambio modulo. “Penso che sia Sarri che Benitez siano abbastanza esperti da sapere quando cambiare modulo. Rafa pensava che la squadra fosse costruita per giocare così e ha scelto di non cambiare. Quando un allenatore ha un suo modulo ed è fissato con quello è inutile andarci a parlare. Non mi sembra sia stata una stagione disastrosa in fin dei conti”.

Sul ruolo del portiere. “Il ruolo del portiere è un ruolo delicato. Se le cose non funzionano è rischioso anche cambiare. L’anno scorso Rafael ha avuto un momento difficile e mi sono dovuto far trovare pronto, credo di aver fatto anche bene. Sono subentrato a campionato in corso con il rischio di far male a mia volta. E’ importante avere almeno due portieri di un certo livello per non sentire la mancanza in caso di problemi”.

Scudetto? Il Napoli puo’ lottare fino alla fine.

Commenti