Segna Icardi, l’Inter torna a vincere. Bologna, è crisi nera

BOLOGNA-INTER 0-1
67′ Icardi

Guarda la cronaca del match

LE PAGELLE

L’Inter per tornare in vetta, il Bologna per evitare la possibilità di ritrovarsi all’ultimo posto. Lo scontro che apre la decima giornata di Serie A, nel turno infrasettimanale che si chiuderà giovedì sera con Samp-Empoli, mette davanti due squadre con obiettivi opposti ma tante cose in comune.
Il risultato finale premia la squadra di Mancini, che non senza soffire fa sua la sfida che lo riporta nella città in cui è cresciuto calcisticamente ed ha fatto il suo esordio in A. Tra i rossoblù, invece, oltre all’ex Taider ci sono Destro, Crisetig e Mbaye, cresciuti nel vivaio nerazzurro.

Primo tempo soporifero – A confronto il peggior attacco del campionato (6 i gol fatti dal Bologna) e la miglior difesa (7 le reti subite dall’Inter). Se non fosse per la difficoltà di trovare la porta che caratterizza anche i nerazzurri, il pronostico sarebbe stato tutto dalla parte degli ospiti. Ma l’Inter che si presenta al Dall’Ara non vince da quattro turni di Serie A, avendo pareggiato le ultime tre gare. Dati che sul campo si traducono in una partita senza occasioni per i primi 45′.

In 10 si gioca meglio – La svolta della gara arriva dopo un quarto d’ora della ripresa. Felipe Melo, già ammonito, rimedia un secondo giallo (fin troppo severo Banti). La reazione è immediata. Ferrari buca clamorosamente e Ljajic ne approfitta per servire l’assist a Icardi. Il gol arriva dall’uomo più discusso, sul cui impiego Mancini era in dubbio, ma l’azione nasce da Perisic, il più attivo nella fase offensiva insieme a Brozovic. Da bocciare, invece, Kondogbia e Ranocchia, all’ennesima prova deludente.

San Handanovic salva l’Inter – Nel finale viene espulso anche Mancini, per proteste dopo un intervento di Palacio. Allontanandosi dalla panchina evita di vivere da bordocampo il brivido più grosso della serata: la conclusione ravvicinata di Destro su cui Handanovic si supera con una parata da portiere di pallamano. Il portiere sloveno evita ai nerazzurri di raccogliere il quarto pareggio consecutivo, un pari che invece per il Bologna sarebbe stato il primo stagionale.

Bologna, è crisi nera – I rossoblù, che segnavano in campionato contro i nerazzurri da sette gare di fila, interrompono questa statistica e restano a 6 punti in classifica, a una sola distanza di vantaggio da Verona e Carpi che devono ancora disputare il loro turno infrasettimanale. Per Delio Rossi si fa sempre più dura.

Fonte: SkySport

Commenti