Di Fusco: “Napoli, Insigne ha sbagliato. Andrebbe multato”

Piacevole chiacchierata con Raffaele Di Fusco, ex portiere del Napoli che ha commentato il recente momento della formazione azzurra a poche ore dal successo del San Paolo contro il Palermo. L’ex estremo difensore, ha dichiarato al microfono diTuttomercatoweb.com: “Il lavoro di Sarri si vede tantissimo sulla difesa, totalmente diversa da quella della passata stagione. Il Napoli ha cambiato due pedine, ma è importante soprattutto la presenza di Reina. Gestisce la retroguardia, è il leader. Così facendo, un portiere ha già fatto il 50% del lavoro”.

Ciò che sorprende, però, è che Reina venga chiamato poco in causa. “E’ vero, ma bisogna sottolineare che Albiol e Koulibaly stanno facendo benissimo. Allan copre tanto e, inoltre, il Napoli è inattaccabile sulle fasce. Ottimo anche il lavoro di Hysaj e Ghoulam”.

Higuain, invece, continua a segnare. “Al momento è l’attaccante più forte in circolazione, c’è poco da dire. Crea da solo le occasioni per fare gol quando i compagni non ci riescono, come accaduto ieri col Palermo oppure contro Lazio e Juventus”.

Cosa pensi invece della reazione di Insigne al momento del cambio? “Ha sbagliato, non è la prima volta che accade. Un avvicendamento, nelle squadre che lottano per il vertice e che giocano in Europa, è normale. Non esistono undici titolari”.

Come valuti la reazione di Mertens dopo la rete? “E’ normale, è stato uno sfogo per dire all’allenatore che avrebbe dovuto giocare dall’inizio. La reazione del belga, però, è differente da quella di Insigne”.

Torniamo dunque sul Magnifico. “Fossi nel club – prosegue Di Fusco – multerei il ragazzo. Non è la prima volta che accade una situazione simile, Sarri ha ragione a dire che Insigne deve chiedere scusa, anche per rispetto del gruppo. Questo atteggiamento può mettere nervosismo in un gruppo che, in questo momento, va fortissimo. Sarri a inizio stagione ha riunito la squadra. Il Napoli, a differenza della scorsa stagione, adesso è un gruppo”.

tmw

Commenti

Questo articolo è stato letto 606 volte