PALLAVOLO – Luvo Barattoli Arzano supera Terracina al tie-break

LUVO BARATTOLI ARZANO 3
VOLLEY TERRACINA 2
(25-23; 25-22; 23-25; 21-25; 16-14)
LUVO BARATTOLI ARZANO: Campolo 18, Vinaccia 18, Coppola 3, Sollo 21, Lauro 15, Maresca 15, Rinaldi (L), Galiero. Non entrate: Longobardi,  Russiello, Seggiotti, Pinto. All. Caliendo
VOLLEY TERRACINA: Giglio 11, Orsi 19, Alfieri 3, Rossi 12, Gianneschi 22, Afeltra 10, Lorenzini (L), Russo. Non entrate: Sciscione, De Bellis, Caputo. All. Pesce
Arbitri: Colucci e Brighi di Matera
NOTE. Durata set: 29’; 27’;  29’; 26’; 20’. Battute sbagliate Arzano: 10. Battute sbagliate Terracina: 3. Battute punto Arzano: 5. Battute punto Terracina: 3. Spettatori: 300 circa.

ARZANO – Ancora una vittoria in cinque set per la Lu.Vo. Barattoli Arzano che conquista due punti ai danni del Terracina, al termine di una gara che lascia l’amaro in bocca per come si erano messe le cose in avvio.
A Luvo Arzano abbraccidanneggiare la squadra di casa sono stati i troppi errori commessi: “Dobbiamo lavorare proprio su questo –commenta coach Nello Caliendo alla fine della gara- abbiamo rischiato di perdere e riprenderemo il lavoro analizzando proprio questo fattore”.
L’equilibrio del match, la tensione e i continui rovesciamenti di fronte non hanno fatto cambiare le idee sulla formazione in campo: “La gara è stata molto equilibrata ed ho preferito non rischiare non cambiando l’assetto della squadra” conclude coach Caliendo.
Le prime due frazioni mostrano le squadre compatte ed equilibrate. Ne guadagna lo spettacolo che diventa piacevole per la gioia del numeroso pubblico che, come  di consueto, affolla le gradinate del palazzetto arzanese.
La Lu.Vo. Barattoli, dopo lo stallo iniziale, riesce a mettere a segno un break che consente di amministrare meglio il parziale fino al secondo time out tecnico (16-13).
Gianneschi e Orsi fanno la differenza per le ospiti con sei punti all’attivo nella partita di avvio, rispondendo a Campolo, Sollo e Lauro che chiuderanno con cinque punti parziali nello score.
Il secondo allungo avviene nella fase calda, consente al team arzanese di accumulare addirittura cinque palle set 24-19. Cala la tensione e Lauro fallisce per due volte di fila il colpo del ko. Caliendo blocca invano il tempo per richiamare le sue ad ordine e concentrazione. Le cose non migliorano e nemmeno Sollo e Vinaccia riescono a trovare il bandolo della matassa.
Ci vuole ancora un time-out e poi un fallo in attacco del Terracina per fare calare il sipario sul primo set.
Identico l’andamento della frazione successiva. La squadra di Carmine Pesce recupera finché può e mantiene vivo l’interesse. Francesca Maresca sigla il suo unico punto in questo parziale ma per l’Arzano è il più importante: 25-22.
La Luvo Barattoli tira il fiato e per Terracina non è difficile accumulare anche sette punti di vantaggio (9-16). Difficile la risalita anche quando ci si rimboccano le maniche e si prova il tutto per tutto. A un passo dal pareggio le arzanesi non riescono mai a raggiungerlo. Un’ingenuità finale completa l’opera e consente al Terracina di accorciare le distanze: 23-25.
Il Terracina non sbaglia quasi niente nemmeno nel quarto set. L’Arzano fa una grande fatica per tenersi in scia. Poi la forbice si allarga e l’incubo quinto set diventa reale.
Basta una virgola per cambiare le sorti di un tie-break. A decidere la contesa è una doppia fischiata alla palleggiatrice laziale Alfieri e così al secondo tentativo l’Arzano  può mettere in cassaforte la terza vittoria in altrettanti incontri.

Commenti

Questo articolo è stato letto 1098 volte