PALLAVOLO – Luvo Barattoli Arzano piega lo spauracchio Maglie

LUVO BARATTOLI ARZANO  3
BETITALY MAGLIE                  1
(25-23; 18-25; 25-22; 25-22)
Luvo Barattoli Arzano: Campolo 23, Rinaldi (L), Vinaccia 12, Coppola 3, Sollo 10, Lauro 14, Maresca 7. NE: Longobardi, Russiello, Seggiotti, Pinto, Galiero. All. Caliendo
Betitaly Maglie: Montenegro, Cesario, Guidi, Corallo, Liguori, Catalano (L), Guidozzi. N.e.: Foniciello, Di Mitri, Romano, Faraone (L). All. Solombrino
Arbitri: Laura De Vittoris (Sora) e Christian Battista (Latina)
Note. Durata set: 26’;  26’; 28’; 28’. Battute sbagliate: Arzano: 5; Maglie: 3. Battute punto: Arzano: 4; Maglie: 2. Spettatori: 400 circa.

ARZANO – La Lu.Vo. Barattoli Arzano piega lo spauracchio Maglie e centra la quinta vittoria in altrettante partite. Una vittoria voluta a tutti i costi contro un’avversaria caparbia e spettacolare, capace di rispondere punto dopo punto per tutto l’arco dell’incontro.
“Sono venute qua ad Arzano –spiega Nunzia Campolo- con la chiara intenzione di portare a casa dei punti. Ma non avevano fatto i conti con la grande voglia di vincere che avevamo noi stasera. Abbiamo fatto squadra ed abbiamo superato tutte insieme i momenti negativi. Una bella mentalità tirata fuori per vincere una partita che non era facile e che è stata avvincente per tutta la sua durata”.
Che la gara sia combattuta ed equilibrata lo si evince fin dalle prime battute. Prende il via una partita che sarà giocata punto a punto con entusiasmo e caparbietà da entrambe le compagini. Nella prima parte della frazione il muro aiuta la squadra ospite ad accumulare qualche punto in più delle arzanesi che arrivano sotto al primo time-out tecnico.
Vinaccia in attacco contro Maglie

Le giocate di Campolo danno una mano all’Arzano a recuperare il gap, unitamente a qualche errore di troppo in attacco delle pugliesi. Il parziale arriva in perfetta parità nella sua parte decisiva (21-21).
Decide Campolo (9 punti nel set d’avvio) dopo l’ultimo time-out giocato da Solombrino nella speranza di prolungare fino ai vantaggi: 25-23.
Errori ed episodi che si ripetono anche nel secondo set dell’incontro. Le due squadre ricalcano il rendimento della frazione d’avvio e per buona parte anche questo scorcio dell’incontro risulta equilibrato. Qualche giro a vuoto di troppo nella fase calda costa troppo alla Luvo Barattoli che non riesce più a rientrare in gioco e si arrende con un severo 25-18.
Anche il terzo set non risparmia gioco ed emozioni. Le due squadre continuano a giocare a carte scoperte. Allunghi e rimonte continuano a divertire i circa 400 spettatori corsi ad affollare le gradinate del PalaRea. Così come non mancano spettacolo oltre agli immancabili errori (15-14).
Ci prova Campolo a regalare il +5 all’Arzano ma la sua bordata è bloccata dal muro della Liguori. Le pugliesi si portano ad un passo da una rimonta (20-19) mai completata. Maresca (4 punti nel parziale) regala la palla set alla Luvo Barattoli che chiude con un piccolo pasticcio della difesa pugliese 25-22.
Il momento peggiore l’Arzano lo vive in avvio del quarto set (4-10) con Caliendo che blocca il tempo nel tentativo di rimettere la squadra sulla retta via.
I sei punti di distacco non spaventano le ragazze di casa che si rimboccano le maniche e danno vita ad uno scorcio da dieci e lode. Recuperato il gap (15-15) sbagliano il servizio con Campolo ed arriva il secondo time-out tecnico.
Vinaccia e Lauro si danno da fare per mantenere avanti la squadra ma questa gara non finisce mai (20 pari).
L’ultima serie vede protagonista proprio Vinaccia dalla zona di battuta che approfitta di un momento di tensione del Maglie per mettere a terra le ultime giocate della gara: finisce 25-22.
“Sono contenta –conclude Campolo- di aver conquistato una vittoria difficile. Loro sono state migliori a muro, noi in alcuni frangenti in questo fondamentale abbiamo peccato. Ci siamo incoraggiate a vicenda superando ogni tipo di difficoltà, una bella prova coronata da tre punti d’oro”.

Commenti