Sarri: “Scudetto per me impronunciabile. Rugani? Il più forte giovane italiano”

Sarri_DMF_7613 Napoli-Udinese 9/1/2015 foto De Martino

In un’intervista rilasciata al Corriere dello Sport, l’allenatore del Napoli Maurizio Sarri ha parlato della squadra e dell’ambiente frenando ogni entusiasmo intorno al discorso scudetto: “Le sensazioni che ti può dare la tifoseria sono uniche, un calore spettacolare. Ma è un ambiente umorale, come è sempre stata questa città fatta di passioni e delusioni. O tutto è positivo o tutto è negativo. Io cerco di tenere il filo di una atmosfera in cui ogni tanto bisogna anche estraniarsi. Scudetto? Per me resta impronunciabile. Abbiamo iniziato un percorso. Ricordiamo che veniamo da un quinto posto e teniamo i piedi per terra. Per volare c’è sempre tempo. È un campionato aperto, senza dominatori”.

Non è mancato un passaggio su Maradona: “La dichiarazione che ha fatto mi ha emozionato. Ora il mio prossimo obiettivo è conoscerlo. Sarebbe un onore, per me“. E sul giovane italiano più forte: “Il più forte giovane italiano è Rugani. Ha una capacità di applicazione straordinaria. Io lo feci esordire a 18 anni. Sarà un giocatore molto importante per il calcio italiano del futuro. Luperto è un talento che tengo d’occhio. Si prepara già con noi, con la prima squadra”.

Commenti