Serie A, si torna a giocare in stadi blindati: a Torino un esercito di steward

Alle 18 Bologna-Roma segnerà la riparte del campionato di Serie A dopo la pausa per le nazionali, segnata dagli attentati di Parigi del 13 novembre. Il campionato ripartirà all’interno di stadi blindati, in una cornice di massima allerta dentro e fuori dagli impianti sportivi e con il livello di massima attenzione soprattutto per Juventus-Milan (in calendario oggi alle 20.45), il big-match di questa tredicesima giornata di campionato.
ALLO STADIUM — A Torino si giocherà, dunque, all’interno di uno Juventus Stadium blindato. La Questura di Torino è al lavoro da inizio settimana in stretta collaborazione con la Juventus, secondo le direttive dettate nei giorni scorsi dal ministero dell’Interno e dall’Osservatorio per la Sicurezza. L’apertura dei cancelli è stata anticipata alle 18, con 45 minuti di anticipo rispetto alla norma, a causa dei controlli più dettagliati. Presenti 650 steward in servizio, come per la semifinale di Champions, ma è possibile che si arrivi a 700 visto che altri 50 sono stati preallertati, pronti a intervenire. La media per le partite casalinghe della Juventus è di 550 steward, 600 per il derby (considerata partita a rischio). Saranno controllate tutte le attrezzature video, foto, e tutto il materiale portato dentro lo Stadium anche nelle ore precedenti la partita e ci sarà l’impiego ai varchi di ingresso di metal detector portatili. Nessuna misura particolare per quanto riguarda la viabilità: esaurito il settore ospiti che accoglierà i 2.000 tifosi del Milan. Le procedure d’ingresso dei sostenitori avversari saranno gestite come negli altri settori, con controlli più robusti e dettagliati.
GLI ALTRI CAMPI — Anche negli impianti più piccoli, nulla è lasciato al caso. Come al Friuli di Udine (dove si giocherà Udinese-Samp), con controlli a tappeto dei documenti e l’uso dei metal detector. Al Bentegodi per Verona-Napoli, misure super per un match già considerato da bollino rosso per la storica rivalità tra le due squadre. All’Olimpico di Roma (in campo domani alle 15 Lazio-Palermo) tifosi invitati ad arrivare in anticipo per non intasare i tornelli. Al Franchi (Fiorentina-Empoli) era già stato fatto nei giorni scorsi l’invito a non portare petardi in occasione di questo derby toscano.
gasport
Commenti