L’Empoli vede l’Europa: tris al Bologna, quarta vittoria di fila

BOLOGNA-EMPOLI 2-3
24′ Pucciarelli (E), 36′ Brienza (B), 42′ e 49′ Maccarone (E), 45′ Destro (B)

Tabellino e pagelle

Nell’anticipo della 17.a giornata di campionato va in scena un confronto tra due delle squadre più in forma della Serie A. Il Bologna di Donadoni, che si presenta forte delle due vittorie su Napoli e Genoa, ospita l’Empoli, che ha vinto le ultime tre giornate senza incassare nemmeno un gol. Ne deriva un match spettacolare, entusiasmante e ricco di reti.

Il primo squillo arriva al 6′ con Maccarone: reduce dalla doppietta impreziosita da un assist nel 3-0 rifilato al Carpi, BigMac prova a diventare EpicMac provando il tiro alla Brozovic, ma Mirante si fa trovare pronto.
Il portiere rossoblù è provvidenziale anche pochi minuti dopo su una zampata ravvicinata di Saponara, e si conferma tra i portieri più in forma del campionato al 20′ sventando il gol olimpico di Paredes, che direttamente dalla bandierina del corner aveva trovato una traiettoria minacciosa.
La rete che sblocca la partita arriva dopo 23′: Pucciarelli conclude un’azione corale (splendido assist di Saponara) in cui Mirante viene mandato fuori tempo da una deviazione di Rossettini.  
Il difensore rossoblù prova a farsi perdonare con un’incursione in cui cerca il terzo gol consecutivo, ma non impatta bene il pallone. La partita è vivacissima: Pucciarelli centra il palo con un diagonale che poi finisce tra le mani di Mirante. Sarebbe stato il raddoppio.

Al 36′ si infrange l’imbattibilità della difesa dell’Empoli: la rete del pari arriva, così come era stato per quella di Pucciarelli, con una una deviazione di Buchel sul potente sinistro di Brienza, da un calcio piazzato al limite dell’area.
Ma nonostante i colori dell’avversario, è l’Empoli a sembrare il Barcellona (con le dovute proporzioni): Zielinski pesca Maccarone che finalizza nel migliore dei modi, con un gol che illude gli ospiti del Dall’Ara di arrivare all’intervallo in vantaggio. Big Mac esulta raggiungendo degli amici a bordocampo che gli passano una birra: una gag inedita, di cui in pochi colgono il senso in diretta.
Allo scadere del primo tempo, però, è Destro a ubriacare la tifoserie, trovando il pari prima della pausa.

Nella ripresa Maccarone ha ancora tanta birra in circolo (in senso figurato) e segna la sua settima rete in campionato: con la seconda doppietta consecutiva decide una trasferta complicatissima interrompendo la striscia positiva della squadra di Donadoni. Ma soprattutto, chiudendo l’anno con il botto: per la prima volta nella storia vince quattro gare consecutive in Serie A. Che tradotto in classifica significa salire a 27 punti, a -2 dalla Roma. Sapore d’Europa…

Fonte: SkySport

Commenti