Cagliari e Crotone, titolo in palio. Spettacolo al Manuzzi

L’ultima fatica del 2015, tappa che chiude un autentico tour de force della Serie B. Sei turni nel solo mese di dicembre, addirittura 21 dallo scorso settembre quando il torneo ha preso il via. Ritmi frenetici e gerarchie mutevoli le costanti del campionato, dove in discussione resta il titolo di campione d’inverno: un discorso a due tra Cagliari e Crotone, rivali che animano la vetta e che si affronteranno subito dopo la sosta. Di mezzo una giornata, la 21.a, che non concede ancora pause nonostante il clima natalizio. Se il dicembre di Novara, Brescia e Avellino rappresenta un mese magico, Vicenza e Livorno in primis attendono solo l’anno nuovo per voltare decisamente pagina. Quella che scriveranno il giro di boa e l’imminente mercato invernale.

Duello a distanza – Si chiude il girone d’andata a partire dal Francioni, teatro dell’antipasto di giornata offerto da Latina e Pescara: i laziali di Somma hanno sinora dilapidato 11 punti nel corso dei secondi tempi, un bottino che lamenta la classifica nerazzurra. Reduce da 3 vittorie, invece, la squadra di Oddo coccola bomber Lapadula, 24 gol nell’anno solare superati in Italia solo da Gonzalo Higuain. Torna in scena il braccio di ferro tra Cagliari e Crotone, che ambiscono allo scettro di capolista prima della sosta. Iniziamo dai sardi di Rastelli, privi degli squalificati Melchiorri e Tello dopo il saloon all’Arechi, che attendono la Pro Vercelli: avversaria pragmatica come il suo allenatore Foscarini, ma attesa dai rossoblù in salute (5 gare utili) e imbattuti al Sant’Elia (28 punti conquistati). Un doppio falso passo per il Crotone, imbattuto da 9 partite ma frenato da Latina e Trapani prima della trasferta di Chiavari, espugnata curiosamente solo dal Cagliari: un campo difficile per un gruppo, quello di Aglietti, tra i più impermeabili del torneo. Occhi sull’ex Cutolo, due stagioni da protagonista allo Scida.

Bagarre playoff – Momento critico per il Bari piegato da Cagliari e Brescia, sconfitta quest’ultima che ha violato la fortezza del San Nicola resistente addirittura dallo scorso febbraio. Nicola e i pugliesi fanno tappa a Trapani per chiudere al meglio la prima metà di stagione. Chi viaggia a velocità sostenuta è invece il Novara terzo in classifica, 19 punti nell’ultimo mese grazie all’eccellente metamorfosi disegnata da Baroni: gli azzurri rendono visita al Modena, aggrappato al fattore casalingo con 19 punti racimolati sui 21 totali. Ma attenzione all’attacco piemontese, rimasto a secco al Piola dopo le ultime altisonanti prestazioni. Come il Sant’Elia e lo Scida, anche il Rigamonti di Brescia resta uno stadio blindato: striscia di 6 gare utili per i ragazzi di Boscaglia tra le rivelazioni della Serie B, opposti alla Ternana reduce dal primo pareggio dell’era Breda dopo 14 incontri senza mezze misure. Stuzzica il duello Morosini-Falletti, giovani trequartisti dai colpi ad effetto. La zona playoff riserva un incrocio tutto da seguire: il Cesena ospita al Manuzzi l’Avellino esaltato da 4 successi consecutivi. Drago perde Sensi per squalifica, Tesser insiste sul ritrovato Castaldo in tandem con Trotta: che intesa nonostante i 10 anni di differenza.

Tecnici a rischio – Prosegue la scalata dello Spezia targato Di Carlo, mai al tappeto nel mese di dicembre e prossimo al Del Duca: di fronte l’Ascoli dell’ex Mangia, colui che portò i liguri ai playoff due stagioni fa, eppure chiamato a rincuorare il bilancio dei marchigiani. Piange eccome il Livorno targato Mutti, 2 punti in 6 gare dopo l’esonero di Panucci: la trasferta di Lanciano, penultimo della classe, diventa un banco di prova decisivo per l’allenatore bergamasco. Non va meglio alla Salernitana di Torrente, falcidiata dal giudice sportivo (fuori Rossi, Sciaudone ed Empereur) prima del match al Sinigaglia contro il fanalino Como: forse l’ultimo esame concesso al tecnico granata, considerato il digiuno comasco di 15 partite senza vittorie. Si chiude al Curi con il Perugia di Bisoli tornato ad alti livelli: test proibitivo per il Vicenza, in riserva da 8 turni dettati da una clamorosa crisi d’identità. Esaurite le fatiche, la Serie B potrà godersi 20 giorni di relax.

Il Lega B Challenge di #SkySporTech con Valentina Mariani fa tappa in casa Trapani Calcio: protagonisti Nicolas Andrade…Posted by Sky Sport on Venerdì 18 dicembre 2015

Fonte: SkySport

Commenti

Questo articolo è stato letto 284 volte