Turn over, i primi della classe schierano meno giocatori

I primi della classe schierano meno giocatori. E’ quanto emerge dall’analisi dati dell’ultimo studio fornito da CIES Football Observatory a proposito dell’impiego di giocatori nei primi 5 campionati europei.

Il dato comune alla maggior parte delle squadre capolista è quello di essere decisamente sotto media nel numero di giocatori schierati. Il Napoli ne ha mandati in campo solo 20, il Leicester 22 (le inseguitrici sono Arsenal, 21 e City, 23), il Bayern 22, il PSG 23, il Barcellona 24.

fielded1

In generale la Ligue 1 è quella con il maggior numero di giocatori impiegati: 545 (in media 27,25 per squadra nelle 23 gare disputate) seguita dalla Serie A con 526 (26,3), dalla Premier con 489 (24,45 in media per squadra) e dalla Liga con 488 (24,4) mentre la Bundesliga è quella più stabile con 430 (23,88).

Va precisato che la Bundesliga ha solo 18 squadre rispetto agli altri campionati, ma anche con due squadre in più avrebbe la somma inferiore arrivando a 478.

fielded2

Da ricordare che mentre la Germania è alla diciannovesima giornata, Serie A e Liga sono alla 22esima mentre Ligue 1 e Premier League sono alla 23esima.

Tornando però al dato chiave del minore turnover dei club che meglio stanno figurando, si può dire che il dato sia al contempo prevedibile (chi va bene sente meno la necessità di cambiare) ma anche in qualche modo in controtendenza: vince chi impiega meno giocatori, ok la rosa lunga ma con giudizio e tenendo conto di gerarchie, equilibri e peso specifico dei singoli giocatori nella squadra.

Allo stesso tempo è chiaro che se i risultati sono confortanti una rotazione massiccia non è evidentemente richiesta e che al contempo valgono i casi specifici delle varie situazioni.

La Juventus ad esempio ha schierato dall’inizio 27 diversi giocatori ma sul dato influisce molto la ricerca di equilibrio all’inizio della stagione.

calcioefinanza

Commenti