Umberto Chiariello: “Non sono contento del mercato di gennaio. Il giocatore pronto non è arrivato”

chiarielloUMBERTO CHIARIELLO, giornalista Canale 21: “Ad inizio anno ricordo di tantissime critiche rivolte a De Laurentiis: anche io, inizialmente, valutai 6.5 il mercato estivo. Gli acquisti mi avevano soddisfatto ma aspettavo il grande colpo in difesa perché consideravo Albiol un pacco, dunque anche io valutai 5 il mercato del Napoli. Lo scorso anno il limite del Napoli è stato Benitez, che al club ha lasciato macerie economiche. Però, è anche vero che questa squadra è – tecnicamente – figlia di Benitez. Koulibaly, Mertens, Ghoulam e Jorginho sono giocatori figli di Bigon. Non sono contento del mercato di gennaio. Non volevo il top player estero, ma i vari Soriano, Vecino e Badu sì. Il giocatore pronto non è arrivato. Serviva un giocatore più forte di David Lopez, anche se Grassi, con Baselli e Benassi, è tra i talenti più forti del calcio italiano. Se Reja lo ha fatto giocare titolare è perché il ragazzo vale, ed anche tanto. Mi fido di Reja: fu lui, lo scorso anno, a consigliarci l’acquisto a parametro zero di Strinic. In uno spogliatoio esistono delle gerarchie: domani, per sostituire Allan, giocherà sicuramente David Lopez, così come sulla destra verrà schierato Maggio”.

Commenti