Graziano Cesari: “Mi è sembrata una designazione molto leggera e frivola per la partita del San Paolo e i fatti mi hanno dato ragione”

Callejon protesta DMF_7076 Napoli Carpi 7/2/2016 foto De MartinoA Radio Crc nel corso di “Si Gonfia la Rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Graziano Cesari, ex arbitro

“Se Napoli-Carpi fosse finita 0-0 immaginate di cosa avremmo parlato in tutta la settimana, non si può arbitrare in quel modo prima di un big match come Juventus-Napoli. Mi è sembrata una designazione molto leggera e frivola per la partita del San Paolo e i fatti mi hanno dato ragione. Sono rimasto allibito perché quando ci sono trattenute come quella su Callejon così plateali, un arbitro di porta non può non intervenire anche perché bisogna dare una sensazione di equità. Bisogna avere più coraggio e a mio parere è meglio convalidare un gol con il calciatore di pochissimo in fuorigioco piuttosto che annullare un gol regolare. Si rischia di buttare all’aria il lavoro dei professionisti perché so per certo che Sarri lavora molto sulle linee per un arbitrato inadeguato.

Juventus-Napoli? Propongo la mia designazione: Rizzoli direttore di gara, Orsato addizionale di porta e come assistenti Tonolini e Cariolato, poi il quarto uomo può variare, non è un problema, posso andare anche io. Rizzoli arriva a questa partita in un momento positivo, senza alcuna macchia. Non è vero che l’arbitro straniero non è condizionato, anzi.

Se allo Stadium ci fossero gli stessi cori dell’Olimpico, Rizzoli si comporterebbe allo stesso modo di Irrati. E’ necessario sospendere la partita, chiamare i capitani delle squadre e chiedere l’annuncio dello speaker. Poi, il direttore di gara si reca da chi è il vero padrone della partita ossia il pubblico ufficiale della giustizia ed è lui poi che ordina la sospensione temporanea o l’interruzione della partita, per cui da quel momento l’arbitro non c’entra più nulla perché in gioco c’è l’ordine pubblico.

Juve e Napoli hanno caratteristiche differenti, ma in questo momento mentalmente e fisicamente gli azzurri stanno meglio e poi hanno una carica in più, quella emotiva”.

Il presente comunicato è stato inviato da Crc. Si declina ogni responsabilità dal contenuto dello stesso

Commenti