Udinese, De Canio: “Ferlaino e Corbelli mi prospettarono un programma importante, ma…”

Gigi De Canio, nuovo allenatore dell’Udinese, ha parlato ai colleghi de Il Messaggero Veneto: “Non credo ci fossero stati motivi tali per cui non potesse verificarsi un mio ritorno in Friuli. E infatti è capitato. Salvezza? Sarà raggiunta al cento per cento. Quinto in B con il Napoli? I due presidenti Corbelli e Ferlaino mi avevano prospettato un programma sportivo molto importante e io ne ero lusingato. Pochi giorni dopo la firma del contratto, però, capii che tutte quelle premesse e promesse non esistevano. Corbelli fu arrestato, Ferlaino si fece da parte, io restai l’unico punto di riferimento. E a causa dell’alluvione andammo a giocare in tutti i campi della Campania. Occasione persa con il Sassuolo? Da allenatore devo valutare tanti aspetti e considerata la situazione e il gioco espresso dalla squadra il punto non è da disprezzare”. 

Commenti

Questo articolo è stato letto 666 volte