Da Fusignano al tetto del mondo: i 70 anni di Arrigo Sacchi

“La mia fortuna”, ha raccontato Sacchi, “sono stati un paio di sorteggi che all’apparenza somigliavano a una disgrazia. Ero al Parma, neopromosso in B, e in Coppa Italia ci tocca il Milan, dove era appena arrivato Berlusconi. Nel girone vinciamo 1-0, passiamo il turno e agli ottavi ci tocca ancora il Milan, ancora a San Siro: vinciamo ancora 1-0”. Berlusconi, stregato dal bel gioco espresso da quel Parma, lo sceglie per iniziare a costruire il grande Milan che ha in mente – L’ALBUM della Serie AFonte: SkySport

Commenti