Bologna-Verona 0-1: i veneti tornano a sperare nella salvezza

BOLOGNA – Il Bologna cade per la terza volta consecutiva. Stavolta a opera del Verona che dimostra un grande orgoglio e la voglia di non mollare. Primo successo esterno in campionato per gli scaligeri proprio nel giorno in cui Delneri rinuncia per scelta tecnica al giocatore più rappresentativo, Luca Toni. E allora a decidere è un gol del brasiliano Samir, oggi all’esordio in Serie A e di proprietà dell’Udinese. Una signora partita la sua.

TAIDER VA KO – Donadoni schiera un 4-3-3 con Mounier, Floccari e Giaccherini in attacco. In difesa, senza gli squalificati Gastaldello e Mbaye, giocano Maietta e Ferrari insieme a Rossettini e Masina. Delneri risponde col solito 4-4-2 senza Toni, come detto, e privo dello squalificato Rebic. In attacco allora spazio a Juanito Gomez insieme a Pazzini. Wszolek ed Emanuelson esterni di centrocampo. Centrali di difesa Samir e Bianchetti. Dopo 3′ di gioco uno scontro di gioco con Pisano debilita Taider. Il centrocampista rossoblù prova a rimanere in campo ma dopo qualche minuto è costretto ad alzare bandiera bianca: al suo posto entra Brienza. La partita per una ventina di minuti regala poco allo spettacolo con le squadre attente a non prenderle e a distruggere più che costruire.

SAMIR, CHE ESORDIO – Al 22′ un tiro-cross di Ionita scuote la traversa della porta difesa da Mirante e scuote tutto il Verona che ora comincia a giocare sul serio. Il Bologna è sorpreso e subisce. Al 28′ incredibile occasione sciupata da Gomez: corner, Floccari sul primo palo abbassa la testa e così la palla giunge nell’area piccola dove Juanito tutto solo devia malamente sul fondo. Giaccherini prova a dare la sveglia ai suoi ma sul suo cross alla mezz’ora Donsah non arriva alla deviazione vincente. Il Verona prende campo e insiste. Al 41′ Rossettini devia in corner un cross di Wszolek. Si batte l’angolo e Samir vince il duello aereo con Donsah e di testa fa centro bagnando il suo esordio in A col gol.

GOLLINI, UNA SOLA PARATA – Donadoni nella ripresa presenta Rizzo al posto di Mounier. Il Verona cala un po’ e allora il Bologna prova ad approfittarne e a prendere campo alla ricerca almeno del pareggio. Al 16′ bella punizione di Brienza che pesca Giaccherini solo in area ma l’esterno devia alle stelle di testa. Delneri si copre inserendo Gilberto al posto di Emanuelson. Subito dopo Rizzo si inventa un numero di magia in area ospite e conclude, ma un intervento prodigioso di Pisano lo ferma. Ovazione del Dall’Ara quando torna a giocare Zuculini che rileva Donsah. Dicevamo del Bologna in attacco. Ma l’unico vero pericolo Gollini lo corre su un colpo di testa di Rizzo che il portiere respinge col pugno. Poi tanti bei cross di Masina o di Giaccherini ma senza che nessun compagno ne approfitti. Inevitabile così la sconfitta per i rossoblù. Verona che ora vede la salvezza lontana 6 punti: crederci ancora è d’obbligo.

Bologna-Verona 0-1 (0-1)
Bologna (4-3-3):
Mirante 6; Ferrari 5,5, Rossettini 5,5, Maietta 5,5, Masina 6; Donsah 5 (27’st Zuculini 5,5), Diawara 5, Taider sv (10’pt Brienza 5,5); Mounier 5,5 (1’st Rizzo 6), Floccari 5, Giaccherini 6. In panchina: Da Costa, Stojanovic, Krafth, Zuniga, Constant, Brighi, Crisetig, Acquafresca. Allenatore: Donadoni 5.
Verona (4-2-3-1): Gollini 6; Pisano 6,5, Samir 7, Bianchetti 6,5, Albertazzi 6,5 (34’st Souprayen 6,5); Viviani 6,5, Ionita 6,5; Wszolek 6,5, Gomez 5,5 (29’st Marrone 6), Emanuelson 6 (21’st Gilberto 5,5); Pazzini 6 In panchina: Coppola, Marcone, Moras, Furman, Greco, Jankovic Allenatore: Delneri 7.
Arbitro: Ghersini di Genova.
Rete: 42’pt Samir
Ammoniti: Maietta, Viviani, Giaccherin, Ferrarii.
Angoli: 9-7 per il Bologna.
Recupero: 2′; 4′.
Spettatori: 18mila circa.

Fonte: Repubblica

Commenti