Niente Milan per Dybala. Allegri pensa a Zaza

Niente Milan per Dybala: è Massimiliano Allegri a dare il verdetto sulla Joya, alla vigilia della sfida di San Siro con i rossoneri. L’argentino sta molto meglio ma dovrebbe tornare a lavorare con la squadra mercoledì, pronto per il rush finale. Sabato sera, quindi, Allegri si affiderà a un attacco che potrebbe essere formato da Mandzukic e Morata, ma non è improbabile che uno dei due faccia spazio a Zaza, già dal primo minuto. Almeno così lascia intendere Allegri.
Per quanto riguarda la difesa, confermato Rugani, probabilmente in una difesa a tre con Barzagli e Bonucci.

Scudetto? Non abbiamo ancora fatto niente – “Abbiamo ancora da vincere uno scudetto nonostante sia una settimana che sento dire che lo abbiamo già vinto e che si parla solo di secondo posto. Lo dice la matematica che non lo abbiamo ancora vinto e domani ci aspetta una partita in cui ci giochiamo un bel pezzo di scudetto perché poi mancherebbero solo sei partite, di cui 4 in casa”. Alla vigilia della trasferta di San Siro contro il Milan, Massimiliano Allegri riporta l’attenzione sulla corsa al titolo facendosi scivolare addosso i complimenti di chi vede già i bianconeri campioni dopo lo scivolone del Napoli a Udine. “Nel calcio non c’è niente di scritto e di facile, la condizione psicologica si può rovesciare – avverte Allegri – Anche se comunque vada rimarremo sicuramente in testa, poi mancherebbero sei partite e bisogna mantenere a nostro favore la condizione psicologica, il Napoli non mollerà di una virgola e la Roma sta facendo grandissime cose. Non abbiamo ancora fatto niente – insiste – e tutti sanno dell’importanza della gara di domani, bisogna fare una grande prestazione. E’ sempre un Milan-Juve, loro devono centrare l’Europa League e vorranno scatenare tutte le energie nervose accumulate in una settimana di ritiro”.

Crisi Milan? Sono cicli di vita – Il Milan si presenta alla sfida di domani in un momento difficile, figlio di una stagione con molti bassi e pochi alti. “Sono cicli di vita, il Milan è una buona squadra che ha trovato delle difficoltà ma lotta per l’Europa League ed è in finale di Coppa Italia – ricorda il tecnico bianconero – Ha battuto l’Inter in maniera netta, ha battuto la Fiorentina, ha fatto qualche pareggio di troppo ma è una buona squadra”. Non ci sarà Dybala “ma non è detto che giochino Mandzukic e Morata”.

Real? Sto bene alla Juve – Poche parole ma chiare quelle di Allegri sulle domande circa il suo futuro: “Non aspetto il Real Madrid, sto bene alla Juventus e abbiamo da centrare degli obiettivi. Per la firma è solo questione di incontrarci e parlare”.

Fonte: SkySport

Commenti