Udinese, De Canio: “Nessuna esaltazione dopo il Napoli, avanti senza fare calcoli”

Udinese, De Canio: "Nessuna esaltazione dopo il Napoli, avanti senza fare calcoli"Gigi De Canio (lapresse) UDINE – Il clamoroso 3-1 inflitto al Napoli domenica scorsa non deve deconcentrare l’Udinese. Gigi De Canio ha lavorato cercando di tenere alta la tensione in vista dello scontro diretto per la salvezza contro la Sampdoria, in programma domenica a Marassi: “Cercheremo di interpretare la partita come abbiamo fatto nelle ultime due gare. Ci siamo preparati bene per dare continuità alle nostre prestazioni. E’ questo l’obiettivo principale che mi sono posto quando sono arrivato. So che si possono correre dei rischi quando la squadra viene da momenti di difficoltà, perché l’esaltazione è sempre dietro l’angolo. A inizio settimana avevo questa preoccupazione, ma l’impegno dei ragazzi in allenamento mi ha dato le più ampie garanzie – assicura De Canio -. Ho visto tutti concentrati, stimolati e consapevoli che, continuando in questa direzione, ci sia soltanto molto da guadagnare. Questo è un gruppo eccezionale. Tutti sono consapevoli della situazione e pronti a dare il loro apporto alla squadra”.
 
“SU DI NATALE NON HO ALTRO DA DIRE” – Sampdoria e Udinese scenderanno in campo dopo Carpi e Frosinone e conoscere il risultato delle squadre coinvolte nella lotta per non retrocedere potrebbe influenzare la prestazione di blucerchiati e friulani. “Nel calcio non si possono fare calcoli e lo abbiamo visto la settimana scorsa quando tutti pensavano che ci saremmo trovati a pari punti con il Carpi. Invece è successo l’opposto. L’atteggiamento della squadra e l’intensità della partita non cambieranno in alcun caso. Io mi aspetto una Sampdoria con tanta qualità, che ha una classifica deficitaria rispetto al suo valore e che vuole far bene di fronte al proprio pubblico”. A Genova non ci sarà Di Natale, De Canio ha deciso di lasciarlo a casa così come aveva fatto contro il Napoli: “Non è un argomento che intendo portare avanti – stoppa le domande il tecnico dell’Udinese -, perché le risposte le ho già date e, coerentemente, vado avanti con le mie scelte”.
 
“THEREAU TREQUARTISTA? NON SIAMO ANCORA PRONTI” – Dall’altra parte ci saranno due attaccanti come Muriel e Quagliarella che a Udine hanno vissuto stagioni importanti. “Sono da temere entrambi. Muriel è un grandissimo talento inespresso, Quagliarella un giocatore affermato e in grado di gesti tecnici e atletici bellissimi. A prescindere da chi giocherà, mi aspetto una squadra ostica, bisognerà essere concentrati”. De Canio parla anche di moduli: “Abbiamo lavorato su due schemi (il 3-4-1-2 e il 3-5-2, ndr), ma alla fine la sostanza non cambia. Mancheranno due dei tre centrocampisti utilizzati contro il Napoli, ma l’interpretazione della partita dovrà essere la stessa. Chi subentrerà e chi verrà chiamato in causa darà certamente il proprio contributo. Thereau trequartista? Non siamo ancora pronti per un cambio così importante, non ci discosteremo dalle ultime due partite”.
udinese

serie A
Protagonisti:
luigi de canio

Fonte: Repubblica

Commenti