Palermo, Zamparini: “Ballardini per salvarci, ma resta anche se si va in B”

Palermo, Zamparini: "Ballardini per salvarci, ma resta anche se si va in B"Maurizio Zamparini (afp) PALERMO – Il Palermo riparte da Davide Ballardini, di nuovo. Il patron rosanero Maurizio Zamparini, intervistato a Sky Sport 24, ha ufficializzato di aver raggiunto l’accordo con il tecnico che sostituisce Walter Novellino, chiamato per risollevare la squadra ma che contro la Lazio ha disputato una delle peggiori partite dei siciliani in questa sfortunata stagione.

“LITIGIO CON SORRENTINO RISOLTO DA TEMPO” – “Non sapevo dell’esonero di Mihajlovic al Milan, ho pensato ‘meglio, così mi lasciano in pace su Ballardini’. Comunque a parte gli scherzi, siamo disperati per cui si cerca di raccogliere tutte le idee per salvarci – ha detto Zamparini – Ho parlato ai giocatori e gli ho fatto la storia di questa annata, la più paradossale della mia carriera. Ballardini doveva rimanere anche a gennaio, ma ho sbagliato io in occasione della lite tra lui e Sorrentino. La faccenda è stata risolta da tempo, ne avevo già parlato con entrambi. Sui campi di calcio succede, è stato un errore portare la vicenda in televisione e la mia reazione d’istinto di esonerare il tecnico. Dovevo subito cercare di ricomporre la cosa. Da li è cominciata la nostra tragedia. Cosa ho detto ai giocatori? Che bisogna lasciar perdere tutte le stupidaggini all’interno dello spogliatoio, italiani, stranieri e roba di questo genere. Devono essere tutti professionisti e giocare col cuore perché la città di Palermo lo merita. Non siamo inferiori al Bologna che ieri sera ha tenuto testa alla Roma, mentre noi quando siamo andati lì ce la siamo fatta sui pantaloni. Poi la differenza la fa Donadoni. Ho preso come esempio una squadra che è alla nostra altezza”.[[ge:rep-locali: repubblica:137466047]]“NOVELLINO? PENSO ALLA SQUADRA” – Zamparini spiega l’esonero di Novellino, arrivato dopo quattro partite con il bottino di un solo punto. “Non sono un pazzo, ascolto il parere di tutti, anche se avevo già una mia idea, poi prendo le decisione. La mia scelta era di far tornare Ballardini già prima di Novellino, poi l’accordo non è stato raggiunto e ho pensato di chiamare Novellino che è venuto con entusiasmo, è una persona a cui voglio bene, ma in questo momento devo pensare a salvare il Palermo e contro la Lazio ho visto la peggiore squadra dell’annata”.

“CON BALLARIDNI ANCHE IN CASO DI B” – Sulle possibilità di salvezza del Palermo, Zamparini resta fiducioso: “Frosinone e Carpi sono più combattenti di noi, ma con tutto il rispetto noi siamo superiori tecnicamente. Poi non bisogna fare mai drammi, nel calcio si vince e si perde”. Anche in caso di retrocessione Ballardini sarà il tecnico del futuro: “Ha manifestato la voglia di rimanere anche in Serie B, ben venga, il calcio che ama lui è quello che amo io e anche se perde le sue squadre giocano a calcio”.

NOVELLINO: ”SQUADRA HA PAURA” –  “Non sono stato fortunato, la prima e la seconda partita le ho fatte bene. Avevo poco tempo, non ho la bacchetta magica” ha detto Walter Novellino a Radio 24 tornando sul suo esonero. “Purtroppo non basta solo il lavoro dell’allenatore, nel Palermo è subentrata la paura. E’ una questione di testa, il ragazzino che è entrato alla fine (La Gumina, ndr) in pochi minuti ha giocato senza pensieri e ha fatto bene. Non esiste che la Lazio venga in casa mia e si metta a fare il torello…ma io gli entro ‘con la gamba!'”. Il tecnico rosanero non ha nulla da rimproverare al presidente Zamparini, anzi…”gli dico grazie perché mi ha fatto tornare ad allenare in serie A, il posto che merito”.

Palermo calcio

serie A
Protagonisti:
maurizio zamparini
Davide Ballardini

Fonte: Repubblica

Commenti