Lazio, è tornato il sereno. Felipe Anderson: “Segno anche all’Empoli”

Lazio, è tornato il sereno. Felipe Anderson: "Segno anche all'Empoli"Felipe Anderson (agf) ROMA – È un compleanno particolare per Felipe Anderson, festeggiato nel centro sportivo di Formello tra gli scherzi dei compagni di squadra: “Queste – ride il fresco 23enne – sono cose che si fanno in Brasile, non qui. Dopo li acchiappo e mi vendico”. Il clima è disteso, la vittoria sul Palermo della nuova Lazio di Simone Inzaghi ha riportato un po’ di serenità nell’ambiente biancoceleste.

FELIPE: “VOGLIO UN ALTRO GOL CON L’EMPOLI” – E adesso guardare alle prossime partite di campionato non sembra più un peso come prima: “Sarebbe bello ripetersi contro l’Empoli, ci serve”, continua il brasiliano. Che poi parla a livello individuale: “Personalmente sono vicino ai numeri della scorsa annata a livello realizzativo, però voglio migliorarmi. Sarebbe bello fare gol come quello che ho fatto contro il Palermo, sono carico e sempre a disposizione del mister. Posso raggiungere questo obiettivo, è una cosa che servirebbe alla squadra”. Sull’Empoli: “Contro i toscani dobbiamo far valere la nostra carica e la nostra voglia di vincere, dipende tanto da noi. Cercheremo di fare la gara. Inzaghi? È molto carico e ci ha trasmesso energia. Sarà molto bravo in futuro”.

BASTA E LULIC, SEGNALI POSITIVI PER DOMENICA – Nella seduta andata in scena in mattinata, Inzaghi ha potuto lavorare anche con Basta e Lulic, provati nella difesa titolare insieme alla coppia di centrali Bisevac e Gentiletti. A riposo precauzionale invece il terzino spagnolo Patric. A centrocampo e attacco si va verso la conferma degli stessi di Palermo, con Onazi sempre in vantaggio su Milinkovic.

ss lazio

serie A
Protagonisti:
felipe anderson

Fonte: Repubblica

Commenti

Questo articolo è stato letto 268 volte